Anche la Cina avrà il suo Bosco Verticale

Realizzate da Stefano Boeri le due torri assicureranno la riduzione ogni anno di 25 tonnellate di emissioni di CO2 e produrranno circa 60 kg di ossigeno al giorno

Stefano Boeri Architetti firma il primo Bosco Verticale realizzato in Asia, sul modello del famossissimo progetto di Milano, divenuto un vero e proprio simbolo della riquialificazione della zona di porta Nuova e che ha vinto nel 2015 Best Tall Building Awards per l’Europa.

I lavori del Nanjiing Vertical Forest dovrebbero terminare nel 2018, si tratta del terzo prototipo, dopo Milano e Losanna, che Stefano Boeri Architetti sta realizzando di un progetto sulla demineralizzazione e forestazione urbana.

Il Nanjing Vertical Forest, promosso dal Nanjing Yang Zi State-owned National Investment Group Co.ltd, prevede la realizzazione di due torri che sorgeranno nel Distretto Nanjing Pukou, zona che sta vivendo un importante processo di crescita e modernizzazione.

Le due torri, come nel caso del “fratello maggiore “ di Milano, sono caratterizzate dall’alternarsi di balconi e vasche verdi, in grado di creare un’interfaccia attiva con l’ambiente che circonda gli edifici e un microclima che migliora l’ecosistema urbano.

Le facciate viventi ospiteranno 600 alberi di grandi dimensioni, 500 alberi di taglio medio, per un totale di 1100 alberi di 23 specie autoctone e più di  2500 arbusti e piante a caduta, su una superficie totale di 6.000 mq.

Si tratta di una vera foresta verticale in grado di recuperare e produrre energia e che aiuterà a rigenerare la biodiversità locale, riducendo le emissioni di CO2 di circa 25 tonnellate ogni anno e prodcendo circa 60 kg di ossigeno al giorno.

La prima torre, alta 200 metri e coronata in cima da una lanterna verde, sarà adibita ad uffici – dall’ottavo al trentacinquesimo piano – e ospiterà un museo, una green architecture school e un rooftop club privato.

La seconda torre di 108 metri comprenderà un hotel della catena Hyatt con 247 camere di diverso taglio (da 35 mq a 150 mq) e una piscina all’ultimo piano. Il basamento, alto 20 metri, ospiterà funzioni commerciali, ricreative ed educative, tra cui negozi multi-brand, un food market, ristoranti, conference hall e spazi per mostre.


Scheda Progetto

Progetto: Nanjing Vertical Forest
Luogo: Nanjing, Cina
Dati: A1 torre 56.211.1 mq
A2 torre 23.233.8 mq
Basamento: 36.137.7 mq
Anno: 2016-2018
Programma: uffici e hotel (torri), centro commerciale (basamento)

Credits:
Stefano Boeri Architetti

Partner: Stefano Boeri, Yibo Xu
Project Leader: Pietro Chiodi
Design Leader: Carolina Boccella, Bao Yinxin
Design Team: Giulia Chiatante, Agostino Bucci, Mario Tang Shilong
Plantation Consultant: Laura Gatti, SLG
Structural Consultant: Luca Buzzoni, ARUP (Italia)
Investor: Nanjing Yang Zi State-owned Investment Group CO. Ltd
Local Design Institution: Nanjing Yangzi River Urban Architectural Design, Co. Ltd.
Local Nursery: Nanjing ZhongShan Nursery, Co. Ltd

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento