“Casilino Sky Park”: un modello di rigenerazione urbana nella periferia romana

Apre a Roma il Casilino Sky Park: la copertura di un parcheggio multipiano, rigenerata e trasformata in una terrazza panoramica, recentemente presentato alla stampa alla presenza del Sindaco Gualtieri. Una piazza sopraelevata si trasforma in un luogo unico di aggregazione dove sport, cultura e intrattenimento si fondono insieme per accogliere la comunità locale e cittadina.

A cura di:

“Casilino Sky Park”: un modello di rigenerazione urbana nella periferia romana

Indice degli argomenti:

In questa nuova piazza sopraelevata, che rappresenta un nuovo punto di incontro e socialità per gli abitanti dei quartieri Alessandrino, Centocelle, Torre Maura, Tor Tre Teste e Torre Spaccata e per tutta Roma, ogni giorno dalle nove di mattina all’una di notte, si potrà giocare a padel, ascoltare un concerto o bere un bicchiere al tramonto con gli amici, partecipando ai tanti eventi serali che accompagneranno l’estate romana.

Un progetto di riuso e rigenerazione di uno spazio vuoto e inutilizzato, che s’inserisce appieno in una logica di economia circolare, esempio di inclusione sociale, integrazione, riqualificazione urbana.

La riqualificazione della periferia romana

Una periferia, questa est di Roma, che ancora conserva pressoché intatto quello spirito di borgata dal sapore pasoliniano, che tanto ha ispirato il poeta friulano nei suoi anni vissuti nella capitale, non così lontana dall’atmosfera di “Accattone”, “Mamma Roma”, o “Ragazzi di vita”. Un pezzo di città, sovente dimenticato e degradato, dove spesso mancano luoghi di ritrovo, aggregazione, dei riferimenti di qualità per la vita degli abitanti del quartiere. E proprio qui, a due passi dalla chiesa “Dives in Misericordia” dell’archistar Richard Meier (Premio Pritzker 1984) costruita in occasione del Giubileo del 2000 a Tor Tre Teste, dall’antico Acquedotto Alessandrino di epoca romana, in un luogo popolare lontano dal centro urbano, quest’intervento assume un valore sociale ancor più poderoso.

Casilino Sky Park, La riqualificazione della periferia romana

La copertura di un garage multipiano di servizio all’adiacente Centro Commerciale “Ipercoop Casilino”, da landa desolata di cemento cotto al sole, silenzioso e vuoto, muta in una piazza sopraelevata, uno spazio polifunzionale e variopinto, elegante ma popolare, luogo d’incontro e scambio: socialità, sport e cultura, si fondono in uno spazio unico e suggestivo, dove lo sguardo è aperto all’orizzonte su tutta la città. Il silenzio s’empie di musica, l’aria di profumi, il grigio si colora di vita.

Concept casilino sky park roma

I punti cardine del progetto sono:

  1. rigenerazione urbana. Uno spazio inutilizzato e pensato per altre destinazioni che viene trasformato in una piazza sopraelevata di quartiere. L’ultimo piano di un parcheggio multipiano che si trasforma ed evolve in uno Sky Park
  2. socialità e inclusione. Spazi e attività pensate per un’accessibilità ampia e plurale, a servizio completo della cittadinanza tutta. Un luogo di tutt* e per tutt* che vuole favorire l’incontro, cementare le relazioni e combattere l’esclusione sociale.
  3. creatività e cultura. La cultura, l’arte e la creatività come humus e tessuto connettivo al centro della comunità e territorio. La bellezza, le emozioni e la conoscenza che diventano filo conduttore di tutto il progetto.
  4. sport popolare outdoor. Sport accessibile all’aperto come cura del benessere fisico, psicologico e personale, come luogo d’incontro, di svago e di divertimento collettivo.

Casilino Sky Park: progetto di rigenerazione urbana sociale a Roma

Programma funzionale: attività sportive e culturali

Il Casilino Sky Park offre un ricco assortimento di attività sportive: sono presenti campi sportivi per praticare padel, pickleball, calcetto, street basket, pattinaggio, skateboard e parkour, una palestra all’aperto e zone dedicate alla ginnastica a corpo libero, crossfit e calisthenics.

Casilino Sky Park, schema delle aree

Saranno previste anche attività ludico-ricreative con didattica innovativa per i bambini, e grande spazio sarà dato alla cultura, con un’arena estiva che ospiterà spettacoli musicali e teatrali, cinema e presentazioni di libri. Non mancano spazi di socialità, coworking e un’area bar e ristoro.

Casilino Sky Park, schema delle aree

Riassumendo, le attività previste sulla terrazza/parco, sono:

  • Bar/ristoro con 150 posti a sedere
  • Mercatini artigianali
  • Campo multisport (calcetto, minibasket, pattinaggio, skateboard, parkour) corsi, affitto e tornei
  • Villaggio di Babbo Natale e fiera del regalo accessibile
  • Campi da padel (affitto e tornei)
  • Eventi estivi: musica, cinema, presentazioni di libri, teatro
  • Palestra all’aperto
  • Esibizioni sportive
  • Zona Crossfit e Calishtenics all’aperto
  • Spazio coworking outdoor
  • Zona a Ginnastica a Corpo Libero
  • Attività di formazione outdoor
  • Baby Parking
  • Centri estivi bambini

Arte, bellezza e sostenibilità

La bellezza salverà il mondo”, famoso enunciato del principe Miškin nell’Idiota di Dostoevskij, trova qui terreno fertile per espandere le sue radici fino a inglobare i quartieri limitrofi della periferia est romana. La cultura, l’arte e la creatività diventano collante e tessuto connettivo di un’intera comunità.

Il murales diGiulia Pasquini del Casilino Sky Park
Murales, opera di Giulia Pasquini

Le opere su tutte le superfici verticali (600 mq) sono state realizzate con vernici Airlite che contribuiscono all’eliminazione di particelle nocive dall’aria. Dipingere una superficie di 100 mq con Airlite riduce l’inquinamento dell’aria al pari di un’area di 100 mq coperta da alberi ad alto fusto.

Casilino sky park: L'artista UNO all'opera mentre realizza un murales
L’artista UNO all’opera. Qui è raffigurato mentre dipinge il muro perimetrale con le costellazioni.

Le superfici orizzontali (2000 mq) sono state realizzate con resina acril-sintetica al caucciù (gomma naturale).

Uno dei campi sportivi del casilino sky park a Roma
Le superfici orizzontali dei campi sportivi sono ravvivate dal colore di Giulio Vesprini.

Uso di materiali e vernici naturali unite all’illuminazione a led, acqua calda con pannelli solari e pompa di calore, raccolta differenziata, consumabili compostabili, fanno parte di una visione globale che pone al centro la sostenibilità ambientale.

Un progetto popolare, partecipato, simbiosi di arte e architettura

Casilino Sky Park è la materializzazione di un sogno immaginato da Fusolab e concretizzato dall’architetto Claudio Guerrieri (che ne ha sviluppato il progetto esecutivo architettonico), con la collaborazione dall’Associazione di Promozione Sociale a.DNA che ha curato la direzione artistica del progetto e con il suo staff ha seguito la realizzazione di tutte le opere, eseguite da tre artisti di street art e arte pubblica di fama internazionale: Alice Pasquini, che ha firmato le superfici verticali, Giulio Vesprini e Uno, che hanno dipinto la loro arte sui campi da gioco e il tracciato panoramico perimetrale.

È importante sottolineare il prezioso apporto del sostegno di IGT e LifeGate, ma soprattutto di IGD SIIQ SPA (proprietaria dell’immobile) che ha compreso il valore del progetto per la comunità ed ha concesso lo spazio affinché la sua realizzazione potesse avvenire.

Il team del team casilino Sky Park a Roma

Fusolab, ideatore di questo progetto, è un’organizzazione non profit di che mira allo sviluppo e alla riqualificazione della periferia attraverso la promozione di progetti formativi, culturali, tecnologici, sportivi e sociali a vantaggio della comunità locale (in particolare delle nuove generazioni), favorendo l’inclusività e la socialità. Tra le tante attività (accessibili a tutti), eroga formazione permanente e popolare, promuove l’arte e la cultura indipendente e digitale, incentiva la cittadinanza attiva e la partecipazione attraverso il consolidamento di reti sociali territoriali, sperimenta e realizza progetti d’innovazione sociale, promuove lo sport popolare e accessibile e la riqualificazione e rigenerazione degli spazi urbani.

Alice Pasquini (street artist, illustratrice e scenografa) in arte Alice, diplomata in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, è un’artista contemporanea le cui opere sono esposte sulle superfici urbane, nelle gallerie e nei musei di centinaia di città in tutto il mondo. All’interno del Casilino Sky Park, Alice Pasquini ha supervisionato l’intero progetto e realizzato le superfici verticali.

Giulio Vesprini è un grafico e un artista indipendente. Nel 2005 si diploma all’Accademia delle Belle Arti di Macerata e nel 2012 si laurea presso la Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno. All’interno del Casilino Sky Park, Giulio Vesprini ha realizzato i campi da gioco.

UNO, artista che vive e lavora a Roma, ha realizzato interventi in varie città del mondo. Le tecniche utilizzate nella sua produzione sono quelle classiche della street art e del muralismo. La sua predilezione, già dalle prime esperienze in strada, sono i poster, la ripetizione di elementi iconici, i collage, i decoupage e gli stencil.
Accogliendo e attualizzando la lezione di Warhol, di Debord e di Rotella, UNO, attraverso la ripetizione all’infinito e il frequente uso di colori accesi e pitture fluorescenti, gioca con la tecnica pubblicitaria e le cambia di segno.
All’interno del Casilino Sky Park, UNO ha realizzato e decorato la pista panoramica e il muro perimetrale.

Grazie all’arte, la periferia, da luogo di marginalità diventa laboratorio di trasformazione e rigenerazione urbana che s’espande come virus positivo a comprendere l’intera città e la completa, integrandola. Un virus positivo che ci auguriamo possa contagiare col suo esempio virtuoso altre zone della città, dell’Italia e del mondo intero, espandendosi a macchia d’olio. Fusolab ha lanciato il seme, ora sta a tutti noi il dovere di raccoglierne i frutti maturi.

Programmazione estiva 2022

Ricca e variegata l’offerta delle attività: ce n’è per tutti i gusti. Fino al 2 settembre, ogni giorno dalle nove di mattina all’una di notte, si potrà praticare sport, ascoltare un concerto o bere un bicchiere al tramonto con gli amici, partecipando ai tanti eventi serali che accompagneranno l’estate romana alessandrina.

Casilino Sky Park, programmazione estiva 2022

Fulcro dell’estate sarà la Grande Arena di 700 mq con un palco di oltre 50 mq che ospiterà concerti, eventi live, presentazioni, festival e proiezioni cinematografiche. Un luogo suggestivo, dove la visione dei film si fonde nel panorama a 360 gradi del cielo di Roma e delinea all’orizzonte la sagoma della cupola di San Pietro, il profilo dei colli capitolini e dei castelli romani.

L’Arena Cinema Sul Tetto Casilino Sky Park è progetto nato grazie al prezioso apporto di Damiano Panattoni di HotCorn, Alessandro Aquilani di Fusolab 2.0 e Cristiano Gerbino di FilmSociety.

casilino sky park a Roma: cinema, eventi, musica, cibo

Durante l’estate la programmazione si svilupperà sette giorni su sette:

  • il lunedì sarà dedicato alla proiezione di film-documentari a tema musicale e sportivo;
  • il martedì sarà la serata Summer Fun! con i live set di Corry X e Luzy L;
  • il mercoledì e la domenica ci sarà l’Arena Cinema sul Tetto con la rassegna “Visioni Periferiche” in collaborazione con HotCorn.com;
  • il giovedì si sale sul palco con la musica dal vivo;
  • il venerdì tornano i set live con Upyard, la serata dedicata alla musica rap, hip hop, funk;
  • il sabato sarà ancora live con serate legate alla street culture (bande di strada, busker, roller disco).

Nei fine settimana torna protagonista il “Fra”, il mercatino del regalo accessibile che si sposta “Fra le nuvole” nella versione summer edition con oltre quaranta artigiani ed espositori che metteranno in mostra le loro creazioni.

Il Casilino Sky Park, a Roma in viale della Bella Villa 106, è aperto al pubblico previo tesseramento.

Foto credits: Gloria Viggiani; Giorgia Spigarelli
Drone: Gianmarco Palazzo, Davide Minghetti, Alessandro Mignacca

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento



Tema Tecnico

Le ultime notizie sull’argomento