Consumo di acqua: soluzioni per il risparmio e il recupero

WILO ITALIA

Quello del consumo di acqua è un tema particolarmente sentito ad oggi. La diponibilità di questa preziosa risorsa è, infatti, costantemente minacciata dai cambiamenti climatici; l’aumento delle temperature medie ha portato a una diminuzione delle precipitazioni con periodi di siccità sempre più frequenti e a una temporanea riduzione delle disponibilità idriche. Da questa delicata situazione nasce la necessità di minimizzare gli sprechi idrici e per raggiungere l’obiettivo diverse aziende hanno sviluppato soluzioni adeguate. Tra queste Wilo, che propone una soluzione compatta residenziale per il recupero delle acque piovane.

Consumo di acquaIndice:

Le statistiche parlano di un consumo di acqua quotidiano di circa 240 litri in Italia. Di questi 240 litri il 4% viene utilizzato per scopi alimentari, il 36% per l’igiene personale, il 30% per la pulizia della casa e degli abiti e il rimanente 30% per la cassetta di scarico dei sanitari.

Consumo di acqua: riutilizzare le acque piovane per tutelare la risorsa

Il 60% dei consumi è destinato, quindi, a soddisfare attività casalinghe che non richiedono necessariamente l’impiego di acqua potabile e che potrebbero sfruttare acqua di recupero dalle piogge. Si pensi a quanto le precipitazioni atmosferiche stiano divenendo via via più frequenti e fitte, anch’esse influenzate dall’effetto del cambiamento climatico.

Il reimpiego di queste acque per alimentare alcune delle attività casalinghe porterebbe un grosso contributo alla lotta agli sprechi di acqua potabile che, come già detto, sarà sempre meno disponibile. Il recupero e riciclo delle acque piovane rappresenta una soluzione sostenibile per ottimizzare il consumo di acqua. Si tratta di un sistema virtuoso dal momento che prevede la raccolta di una fonte rinnovabile all’interno di serbatoi e per essere riutilizzata richiede trattamenti semplici ed economici.

Come riutilizzare le acque piovane in casa?

In generale l’acqua recuperata dalle precipitazioni può essere utilizzata per alimentare le cassette di risciacquo dei servizi igienici o delle lavatrici, per l’irrigazione del giardino o il lavaggio di aree esterne e di autovetture.

Per poter usufruire dell’acqua piovana è necessario creare un impianto dedicato al recupero delle acque meteoriche, ossia una rete di raccolta per l’adduzione e la distribuzione delle acque recuperate, di un sistema di trattamento delle stesse, di un serbatoio di accumulo e infine di un sistema di pompaggio.

La proposta di Wilo per il recupero delle acque piovane

Per poter rispondere alle esigenze di recupero delle acque Wilo propone differenti soluzioni in funzione della tipologia di edificio da servire. Per le abitazioni mono o bifamiliari la soluzione adatta è Wilo-RAIN3, l’impianto compatto e facile da installare grazie alle molteplici possibilità di allacciamento idraulico.

Wilo-RAIN3 per il recupero delle acque piovane

Wilo-RAIN3 è l’impianto di recupero delle acque piovane con funzioni touch screen per il set-up del sistema e soluzioni di autoprotezione, conforme alle norme EN 1717 e DIN 1989. Grazie al design compatto e alle molteplici possibilità di allacciamento idraulico garantisce una prima installazione o sostituzione semplice e rapida.Wilo-RAIN3 per il recupero delle acque piovaneLa dotazione di touchscreen LCD di comando intuitivo con numerose funzioni intelligenti permette di gestire l’impianto in tutto semplicità e garantisce massima sicurezza e affidabilità.

L’impianto è progettato per applicazioni che non richiedono l’utilizzo di acqua potabile, come sciacquoni per toilette, lavatrici e irrigazione canalizzata del giardino.

Installare il sistema di recupero Wilo-RAIN3 significa dare un contributo concreto alla tutela ambientale e lottare attivamente contro il cambiamento climatico.

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Tema Tecnico



Altri articoli riguardanti l'azienda

I prodotti dell'azienda

Focus prodotti dall'Azienda