IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > ComunitÓ e Cittadini: gli attori del nuovo modello energetico

ComunitÓ e Cittadini: gli attori del nuovo modello energetico

I protagonisti della transizione energetica verso un mondo più sostenibile sono i cittadini che oltre a consumare producono l'energia di cui hanno bisogno. L'enorme potenziale degli Energy Citizens 

 

 

In Italia ci sono oltre 700mila impianti fotovoltaici distribuiti su tutto il territorio.  Ogni impianto è, nel suo piccolo, una mini centrale di produzione di energia pulita rinnovabile. Dietro ogni impianto c’è un privato o un’azienda che hanno fatto una scelta di campo, ecosostenibile e responsabile, una scelta che racconta molto di sé e dei propri valori.

 

Ma non solo, ogni impianto rappresenta una importante risorsa che fa dell’Italia il banco di prova della transizione energetica verso un nuovo modello sostenibile e democratico.

 

Ma CHI sono i protagonisti di questa transizione energetica?

Sono i Prosumer, ovvero coloro che consumano e a sua volta producono.

Sono gli Energy Citizens (o cittadini dell’energia), ovvero individui o famiglie che autoproducono energia da fonti rinnovabili e sono in grado di gestire la domanda di energia in maniera flessibile, individualmente o collettivamente.

 

Ma QUANTI sono i protagonisti di questa transizione energetica?

Secondo le stime degli autori del report «The Potential of Energy Citizens in the EU», entro il 2050 questi cittadini dell’energia saranno circa 264 milioni in Europa, vale a dire quasi la metà della popolazione. E da soli saranno in grado di soddisfare il 45 per cento della domanda comunitaria di energia.

 

Una transizione che porta con sé inevitabili cambiamenti nel settore e nuove sfide sia agli addetti ai lavori che ai proprietari di impianti. Da un lato c’è la necessità di sviluppare la capacità di progettare l’autoconsumo dell’energia sia da un punto di vista tecnico che finanziario; dall’altro quella di adottare abitudini di produzione e consumo energetico più consapevoli. 

 

Il tour 2017 ITALIA LOVES solar energy si concentrerà proprio su questi aspetti che sono fondamentali per poter creare concrete opportunità economiche legate alle fonti rinnovabili e all’efficienza energetica.

 

Il primo appuntamento è a Parma il 23 febbraio e parleremo di come “Progettare l’indipendenza energetica” a proprietari di impianti di fotovoltaici con o senza sistema di accumulo, progettisti, installatori e tutti quei professionisti che operano nel settore delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica.

 

La partecipazione è gratuita ma i posti in sala sono limitati, è necessario iscriversi.

a cura di Italia Solare

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia