IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Da gennaio 2016 cambiano le regole per gli incentivi alle rinnovabili

Da gennaio 2016 cambiano le regole per gli incentivi alle rinnovabili

Gli incentivi saranno erogati esclusivamente sulla base dei dati di misura trasmessi dal gestore di rete

Il GSE ricorda che, come previsto dalla delibera 595/2014/R/eel dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI), a partire da gennaio 2016, gli incentivi ai produttori di impianti di produzione incentivati saranno erogati esclusivamente sulla base dei dati di misura trasmessi dal gestore di rete.

Il gestore di rete, a seguito delle verifiche di propria competenza, e in particolare quelle in merito all’applicazione dell’art. 3 comma 1 dell’allegato A alla delibera 595 2014/R/eel, comunicherà al GSE, entro il 31 dicembre 2015, la data di effettiva assunzione della responsabilità della rilevazione delle misure dell’energia elettrica prodotta degli impianti interessati. Il mancato adeguamento dei produttori alle disposizioni previste dalla delibera comporterà la sospensione nell’erogazione degli incentivi da parte del GSE.

 

In particolare, secondo quanto riportato all’articolo 5 dell’allegato A della delibera, si evidenzia che:

  • con riferimento agli impianti di produzione in bassa tensione, con potenza nominale superiore a 20 kW ed  entrati in esercizio in data antecedente il 27 agosto 2012, qualora il misuratore dell’energia elettrica prodotta non sia, come reso evidente dal gestore di rete al produttore, compatibile con il sistema di telelettura del gestore medesimo, o sia posizionato in un punto non idoneo alla telelettura, il gestore di rete assume, per tale impianto, la responsabilità delle attività di installazione e manutenzione del misuratore dell’energia elettrica prodotta;
  • con riferimento agli impianti di produzione in media e alta tensione, con potenza nominale superiore a 20 kW, qualora il misuratore dell’energia elettrica prodotta non sia, come reso evidente dal gestore di rete al produttore, compatibile con il sistema di telelettura del gestore medesimo, ovvero sia posizionato in un punto non idoneo alla telelettura, il produttore effettua le modifiche o le sostituzioni allo scopo indicate dal gestore di rete. 

Il GSE inoltre sottolinea che nel caso di impianti costituiti da più sezioni, anche non incentivate, l’impianto deve essere provvisto di idonee apparecchiature di misura che permettano di rilevare l’energia elettrica prodotta rispettivamente dalla porzione di impianto incentivata e da quella non incentivata. 

"Si raccomanda, in ogni caso, l’installazione di apparecchiature di misura dell’energia lorda prodotta, predisposte per la telelettura, per ogni sezione costituente l’impianto, al fine di consentire un maggior controllo dei dati utili al riconoscimento degli incentivi e agevolare eventuali riscontri in merito all’effettiva produzione dell’impianto in caso di malfunzionamento delle altre apparecchiature di misura."

 

Eventuali modifiche impiantistiche degli impianti incentivati possono essere comunicate tramite gli indirizzi mail gestione.esercizioferelettriche@gse.it e info@pec.gse.it

Da gennaio 2016 cambiano le regole per gli incentivi alle rinnovabili

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
14/09/2017

+18% le installazioni di rinnovabili in Italia da gennaio-agosto

Pubblicato l'osservatorio Anie Rinnovabili, ad Agosto 2017 la nuova potenza di fotovoltaico a 291 MW, + 14% rispetto all'anno precedente     Anie Rinnovabili ha pubblicato il consueto Rapporto mensile realizzato su dati Terna, che conferma ...

12/09/2017

Lenergia del futuro? Efficiente e rinnovabile

Al via il 27 settembre il tour Restart, organizzato da Fronius e dedicato a energie rinnovabili, sistemi di accumulo ed efficienza energetica
 
Fronius dopo il successo del convegno “Restart: rispetto e coscienza per un’energia ...

12/09/2017

Un tetto fotovoltaico che assicura isolamento termico e impermeabilizzazione

Designergy è una start up elvetica che ha realizzato TCR (Triactive Core Roof), un tetto in grado di isolare, impermeabilizzare e produrre energia solare   Daniel Lepori è il fondatore della start up Designergy, con sede in ...

05/09/2017

Documento tecnico Fronius a supporto del bando accumulo in Lombardia

La Regione Lombardia ha approvato un bando che prevede misure di incentivazione per la diffusione dei sistemi di accumulo di energia elettrica da impianti fotovoltaici. Fronius ha realizzato un interessante documento tecnico a supporto degli operatori ...

29/08/2017

Laboratorio a cielo aperto per testare innovative tecnologie rinnovabili

Al NOI Techpark i ricercatori di Eurac Research testano fotovoltaico e teleriscaldamento del futuro       I ricercatori di Eurac Research hanno realizzato un laboratorio a cielo aperto al NOI Techpark, parco tecnologico dell’Alto ...

18/08/2017

Sorridi e la tua foto si trasforma in un pannello fotovoltaico!

Una tecnologia innovativa sviluppata dal centro svizzero Csem permette di integrare immagini ad alta definizione nei pannelli fotovoltaici     Il centro di innovazione svizzero Csem (Centre Suisse d’Electronique et de ...

08/08/2017

Le opportunit del fotovoltaico italiano nei mercati internazionali

Siglata una partnership tra Key Energy e RES4Africa per approfondire le nuove prospettive e i modelli di business innovativi per il fotovoltaico nei paesi africani      KEY ENERGY, importante appuntamento fieristico nazionale dedicato ...

07/08/2017

Sistemi di accumulo per il FV, bando da 4 mln in Lombardia

La giunta regionale della Lombardia ha stanziato 4 milioni di euro destinati all'acquisto e installazione di sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici     La giunta regionale della Lombardia ha dato il via a un ...