IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > GSE: Rapporto 2009, emessi più di 16 milioni di certificati verdi

GSE: Rapporto 2009, emessi più di 16 milioni di certificati verdi

Il Gestore dei Servizi Energetici ha pubblicato sul proprio sito internet (www.gse.it) il Rapporto delle attività svolte nel corso del 2009.
Nel documento vengono delineati i risultati dei molteplici meccanismi gestiti dal GSE: il sistema dei certificati verdi e delle tariffe onnicomprensive per l'incentivazione della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, il meccanismo del conto energia per la produzione di energia elettrica da fonte solare, il riconoscimento della cogenerazione, le attività che il GSE svolge in qualità di gestore della produzione di energia elettrica in rappresentanza dei soggetti titolari degli impianti CIP 6 o di quelli che abbiano sottoscritto convenzioni di ritiro dedicato o scambio sul posto.
Sono infine delineate le nuove attività - tra cui quelle a supporto delle istituzioni per l'attuazione della Direttiva 2009/28/CE - che il GSE è stato chiamato a svolgere
nell'interesse del Sistema Paese.
 
Qualifica IAFR
Nel corso del 2009 sono pervenute al GSE 913 domande di riconoscimento della qualifica di "Impianto Alimentato a Fonti Rinnovabili" (IAFR).
In totale, a dieci anni dall'avvio del meccanismo dei certificati verdi, sono state valutate quasi 5.000 richieste. Le qualifiche IAFR rilasciate a fine 2009 sono 3.222, di
cui 2.202 per richieste di qualifica di impianti in esercizio e 1.020 per impianti a progetto.
Per quanto riguarda gli impianti in esercizio, in termini di numerosità, la maggior parte degli interventi qualificati riguarda impianti idroelettrici (1.163). Sono però gli impianti eolici quelli che hanno comportato la maggior potenza installata relativamente agli impianti nuovi (4.113 MW su 6.691 MW totali).
Tra le qualifiche a progetto emerge la crescita degli impianti alimentati a bioliquidi, cui corrisponde, per quanto riguarda i nuovi impianti, una potenza virtuale di 1.776 MW, seconda solo a quella relativa agli impianti eolici (3.143 MW).
 
Certificati Verdi
Per quanto riguarda l'anno 2009 sono stati emessi dal GSE oltre 16 milioni di certificati verdi relativi all'energia prodotta da impianti alimentati a fonti rinnovabili.
Ciò ha comportato un notevole eccesso di offerta rispetto alla quota d'obbligo del 2009, corrispondente a circa 8,5 milioni di CV.
La maggior parte dei certificati emessi ha riguardato impianti idroelettrici ed eolici. Da notare che ben il 34% dei certificati emessi non ha riguardato impianti di nuova costruzione ma interventi su impianti esistenti.
 
Tariffe Onnicomprensive
Alla fine del 2009, gli impianti per i quali è stata accolta la richiesta di accesso alla tariffa onnicomprensiva sono stati 565 per una potenza complessiva pari a 320 MW. Sia in termini di numerosità che di potenza le tipologie impiantistiche prevalenti ammesse alla TO sono, nell'ordine, quella idroelettrica, a biogas e a biomasse.
 
Conto energia fotovoltaico
A fine 2009 risultano entrati in esercizio 71.251 impianti per una potenza totale di 1.137 MW, di cui 5.724 con il primo conto energia, per una potenza annua installata di 164 MW, e 65.527 con il secondo conto energia, per una potenza di 973 MW.
L'analisi delle potenze installate dall'avvio del meccanismo evidenzia un andamento di crescita graduale; la potenza media unitaria degli impianti fotovoltaici entrati in esercizio nel corso del 2009 è pari a 18 kW, contro i 14 kW medi installati nel corso del 2008, gli 11 kW del 2007 e i 7 kW del 2006.
Per l'incentivazione degli impianti fotovoltaici, nel corso del 2009 sono stati erogati circa 300 milioni di Euro, corrispondenti a un'energia di quasi 0,69 TWh.
 
Energia Cip 6
Nel 2009 è diminuita la quantità di energia Cip 6 ritirata dal GSE per effetto della progressiva scadenza delle convenzioni: l'energia ritirata ammonta a circa 36 TWh (-10 TWh rispetto al 2007 e -5,5 TWh rispetto al 2008).
Nel 2009 è diminuita anche la remunerazione media degli impianti CIP 6: circa 97 €/MWh per l'energia prodotta da fonti assimilate (-16 €/MWh rispetto al 2008) e 183 €/MWh per quella prodotta da rinnovabili (anche per esse -16 €/MWh rispetto al 2008). Ciò è dovuto sia alla scadenza del periodo incentivante di molte convenzioni, sia alla riduzione del costo evitato di combustibile.
I 4,1 miliardi di euro necessari per il ritiro dell'energia Cip 6 nel 2009 sono stati coperti per 2,3 miliardi grazie alla gestione della medesima energia da parte del GSE (vendita sul mercato e contratti per differenza) e per 1,8 miliardi mediante la componente A3.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
14/09/2017

+18% le installazioni di rinnovabili in Italia da gennaio-agosto

Pubblicato l'osservatorio Anie Rinnovabili, ad Agosto 2017 la nuova potenza di fotovoltaico a 291 MW, + 14% rispetto all'anno precedente     Anie Rinnovabili ha pubblicato il consueto Rapporto mensile realizzato su dati Terna, che conferma ...

12/09/2017

L’energia del futuro? Efficiente e rinnovabile

Al via il 27 settembre il tour Restart, organizzato da Fronius e dedicato a energie rinnovabili, sistemi di accumulo ed efficienza energetica
 
Fronius dopo il successo del convegno “Restart: rispetto e coscienza per un’energia ...

12/09/2017

Un tetto fotovoltaico che assicura isolamento termico e impermeabilizzazione

Designergy è una start up elvetica che ha realizzato TCR (Triactive Core Roof), un tetto in grado di isolare, impermeabilizzare e produrre energia solare   Daniel Lepori è il fondatore della start up Designergy, con sede in ...

05/09/2017

Documento tecnico Fronius a supporto del bando accumulo in Lombardia

La Regione Lombardia ha approvato un bando che prevede misure di incentivazione per la diffusione dei sistemi di accumulo di energia elettrica da impianti fotovoltaici. Fronius ha realizzato un interessante documento tecnico a supporto degli operatori ...

29/08/2017

Laboratorio a cielo aperto per testare innovative tecnologie rinnovabili

Al NOI Techpark i ricercatori di Eurac Research testano fotovoltaico e teleriscaldamento del futuro       I ricercatori di Eurac Research hanno realizzato un laboratorio a cielo aperto al NOI Techpark, parco tecnologico dell’Alto ...

18/08/2017

Sorridi e la tua foto si trasforma in un pannello fotovoltaico!

Una tecnologia innovativa sviluppata dal centro svizzero Csem permette di integrare immagini ad alta definizione nei pannelli fotovoltaici     Il centro di innovazione svizzero Csem (Centre Suisse d’Electronique et de ...

08/08/2017

Le opportunità del fotovoltaico italiano nei mercati internazionali

Siglata una partnership tra Key Energy e RES4Africa per approfondire le nuove prospettive e i modelli di business innovativi per il fotovoltaico nei paesi africani      KEY ENERGY, importante appuntamento fieristico nazionale dedicato ...

07/08/2017

Sistemi di accumulo per il FV, bando da 4 mln in Lombardia

La giunta regionale della Lombardia ha stanziato 4 milioni di euro destinati all'acquisto e installazione di sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici     La giunta regionale della Lombardia ha dato il via a un ...