Fotovoltaico ultrasottile

Il futuro del made in Italy si sta concentrando sul fotovoltaico ultrasottile, una tecnologia innovativa del solare da ''spalmare'' sugli edifici e che dovrebbe essere messa in vendita da produttori italiani fra 3-4 anni.
Questo uno dei dati emersi dalla due giorni intitolata ''Le giornate della microgenerazione'' sulle fonti rinnovabili organizzato da Camera di Commercio di Milano, E-gazette e Updating, in corso a Roma.
''L'Enea ha costituito una cordata di interesse sulle fonti rinnovabili con almeno 50 imprese – spiega Giorgio Palazzi, direttore dipartimento tecnologie per l'energia, fonti rinnovabili e risparmio energetico dell'Enea – per il bando Industria 2015 del ministero dello Sviluppo economico.
La tecnologia su cui punta la maggioranza delle imprese e' il nuovo fotovoltaico a film sottili''.
L'obiettivo per le aziende, con la nuova tecnologia messa a punto dall'Enea, ''e' quella di passare da prototipo a prodotto su scala industriale – afferma Palazzi – per inserirlo nel settore civile''.
Insomma, dare una tecnologia nel residenziale ''che sia anche accattivante dal punto di vista estetico – commenta Palazzi – sfruttando la fantasia dei nostri architetti si puo' creare un made in Italy del fotovoltaico''.
Per l'industria italiana e' l'occasione di muoversi sul fronte delle rinnovabili: ''in questo momento favorevole dal punto di vista della domanda – spiega l'esperto Enea – l'offerta nazionale tecnologica deve adeguarsi, perche' oggi non e' pronta. In Italia abbiamo gli incentivi piu' alti d'Europa, circa 175 MWh in media''.
E visto che sul fotovoltaico tradizionale (quello ''piano'') si compra tecnologia tedesca, cinese e giapponese e l'eolico e' dominato dai danesi, largo a nuovi prodotti.
 
Fonte ANSA

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento