IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Associazioni Rinnovabili, lettera al Ministro Zanonato perché supporti lo sviluppo del settore

Associazioni Rinnovabili, lettera al Ministro Zanonato perché supporti lo sviluppo del settore

Continuare ad investire nel fotovoltaico non come costo ma come opportunità

AssoRinnovabili, GIFI e IFI hanno pubblicato oggi sul quotidiano La Repubblica una lettera indirizza al Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato sollecitandogli un incontro perché ci sia un vero confronto che porti a definire un percorso stabile di medio/lungo termine per il settore del fotovoltaico e delle rinnovabili, che devono essere considerate come un’opportunità e non come un costo.


Nell’articolo vengono riportati i dati di un settore che, anche in assenza di incentivi, può continuare a crescere, basti pensare che dal 2008 al 2013 il costo della tecnologia è diminuito del 72% e che ad oggi il comparto occupa oltre 130 mila addetti. E’ grave e dannoso demonizzare il settore e riportare dati parziali sul costo in bolletta a copertura degli incentivi.

Inoltre le Associazioni ricordano che secondo i primi dati Terna a consuntivo del 2013, nel  2013 è au­mentata la produzione idroelettrica (+21,4%), fotovoltaica (+18,9%), eolica (+11,6%) e geo­termica (+1%) mentre la produzione da fonte termoelettrica è diminuita del 12%. Il rispar­mio sulla fattura energetica del Paese è stato di 9 miliardi di Euro. “Quanto costano gli incentivi al fotovoltaico?- si legge nella lettera-  Il costo cumulato per gli Italiani è di 6,7 mi­liardi di Euro. Sembra una cifra spropositata ma confrontiamola con i 9 miliardi di Euro risparmiati grazie al calo della produzione termoelettrica e presentiamola in modo di­verso. Ogni Italiano contribuisce con 112 € all’anno alla spesa per il fotovoltaico. Cioè 9 Euro al mese, 30 centesimi di Euro al giorno”.

Ricordiamo infine che sono circa 45 miliardi di euro gli investimenti realizzati in Italia dal 2010 ad oggi per il fo­tovoltaico, il cui gettito fiscale è stato pari a circa 12 miliardi di € e proprio grazie agli investimenti fatti nel settore delle rinnovabili e nel suo indotto, in Italia le emissioni di CO2 sono state ridotte di 9,6 milioni di tonnellate.

 

 Le Associazioni chiedono dunque al Governo un confronto per definire un percorso stabile di medio/lungo termine che:

  • garantisca la ripresa economica del Siste­ma Paese;
  • individui nuovi obiettivi al 2030 per ener­gie rinnovabili, efficienza energetica e ri­duzione delle emissioni nocive;
  • programmi un’espansione efficiente delle infrastrutture necessarie.

Valerio Natalizia, Amministratore Delegato di SMA Italia e Vice Presidente del GIFI, firmando l'appello ha voluto sottolineare i motivi per cui è importante continuare ad investire nelle rinnovabili: "Siamo fermamente convinti che per rendere il nostro Paese competitivo e per creare nuovi posti di lavoro sia indispensabile promuovere una tecnologia energetica pulita, rinnovabile, sostenibile. Solo in questo modo possiamo arrivare ad assicurare la tanto ambita indipendenza energetica”.

 Scarica la Lettera "Continuare ad investire nel fotovoltaico non come costo ma come opportunità"

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
21/09/2018

Monitoraggio GSE delle fonti rinnovabili nelle regioni italiane

Il GSE ha pubblicato i dati statistici sui consumi di energia rinnovabile nelle Regioni italiane, con monitoraggio degli obiettivi burden sharing.        Ai sensi del Decreto Legislativo 28 del 3/3/11 e del Decreto 11/5/2015 del ...

11/09/2018

Bozza nuovo decreto rinnovabili con incentivi al fotovoltaico

Sta girando in questi giorni la bozza del nuovo Decreto Rinnovabili, già approvata da Ministro dello Sviluppo Economico, che prevede incentivi per gli impianti alimentati da rinnovabili, tra cui il fotovoltaico per il periodo 2018/2020 e introduce il ...

10/09/2018

A luglio le rinnovabili coprono il 36,6% della domanda di energia. In calo il fotovoltaico

A luglio 2018 la domanda di energia è aumentata dell’1,3% rispetto allo stesso mese del 2017. Tengono le rinnovabili grazie alla buona performance dell'idroelettrico (+13,9%); calano fotovoltaico, eolico e ...

05/09/2018

Qualità e professionalità sono i requisiti minimi necessari per l’attività di O&M

Le attività di gestione e manutenzione (O&M) degli impianti fotovoltaici sono ormai diventate un segmento autonomo nel settore dell'energia solare; sempre più numerose sono le aziende che si dedicano specificamente a questo tipo di ...

04/09/2018

Fine dei dazi per i pannelli fotovoltaici cinesi

Lo scorso 31 agosto la Commissione Europea ha deciso di rimuovere le misure anti-dumping per l'importazione in Europa di moduli e celle fotovoltaiche provenienti dalla Cina      Da ieri, 3 settembre sono stati rimossi i dazi ...

03/09/2018

Uno dei più grandi impianti fotovoltaici d’Europa per Fiera Milano Rho

A2A e Fondazione Fiera Milano hanno siglato la partnership per la realizzazione dell’impianto solare che inizialmente avrà una capacità di oltre 10 MWp, assicurando un risparmio di circa 5mila tonnellate di CO2 ...

30/08/2018

Dall’Escherichia Coli l’energia per le celle fotovoltaiche

Un’equipe di ricercatori della University British Columbia, capitanata dal professor Vikramaditya Yadav, è riuscita a produrre energia modificando geneticamente il batterio e aumentando la produzione di licopene, un potente pigmento ...

09/08/2018

Acqua per Gaza: completato il più grande campo fotovoltaico della Striscia

L'Unione Europea ha realizzato il più grande campo fotovoltaico della Striscia di Gaza per alimentare progetti che forniscono acqua potabile alle persone in gravi difficoltà     La scorsa settimana l'Unione Europea ha ...