IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > L'inquinamento causa una morte prematura ogni 5 secondi

L'inquinamento causa una morte prematura ogni 5 secondi

L'allarme lanciato da David Boyd, relatore speciale delle Nazioni Unite sui diritti umani e l'ambiente che sottolinea che l'inquinamento atmosferico è una violazione dei diritti umani. Oggi si celebra la Giornata Mondiale dell'Ambiente

 

L'inquinamento atmosferico causa una morte ogni 5 secondi

 

David Boyd, relatore delle Nazioni Unite sui diritti umani e l'ambiente, in un recente intervento ha sottolineato che, con una morte prematura ogni cinque secondi, l'inquinamento atmosferico è una violazione dei diritti umani, e ha invitato gli Stati ad adottare misure urgenti per migliorare la qualità dell'aria, sconfiggere l'inquinamento, affrontare il cambiamento climatico e adempiere ai loro obblighi in materia di diritti umani. 

 

L'inquinamento atmosferico come ormai ben sappiamo è causato dall'uomo, ed è responsabile della morte prematura di circa sette milioni di persone ogni anno, di cui circa 600.000 sono bambini. Si stima che il 90% della popolazione mondiale respiri aria inquinata. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il 97% delle città dei paesi a basso e medio reddito con più di 100.000 abitanti non rispettano le linee guida sulla qualità dell'aria. Tale percentuale scende al 49% nei paesi ad alto reddito.

 

Nella sua dichiarazione  Boyd ha detto che l'aria non contaminata è una componente fondamentale del diritto ad un ambiente sano, insieme ad acqua pulita e servizi igienici adeguati, cibo sano e prodotto in modo sostenibile, un ambiente non tossico, una biodiversità sana e un clima sicuro.  

"Il diritto ad un ambiente sano è fondamentale per il benessere umano ed è legalmente riconosciuto da oltre 150 Stati a livello nazionale e regionale. Dovrebbe essere riaffermato a livello globale per garantire il godimento di questo diritto da parte di tutti, ovunque e nel rispetto dei principi dei diritti umani di universalità e non discriminazione".

 

Boyd apprezza gli sforzi che sta facendo la Cina, che ospita quest'anno la Giornata Mondiale dell'Ambiente (la giornata che le Nazioni Unite organizzano dal 1974 il 5 giugno di ogni anno per incoraggiare la consapevolezza e l'azione a livello mondiale per proteggere l'ambiente). Sebbene Pechino negli ultimi decenni sia diventata sinonimo di aria particolarmente inquinata, uno sforzo concertato delle autorità locali e regionali ha visto negli ultimi anni un miglioramento della situazione, con una concentrazione di polveri sottili, che sono in gran parte responsabili di morti e malattie dovute all'inquinamento atmosferico - che sono diminuite di un terzo.

 

L'esperto dell'ONU ha ribadito le misure raccomandate per ridurre l'inquinamento atmosferico, contenute in una relazione presentata al Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite nel mese di marzo. Tali misure comprendono il monitoraggio della qualità dell'aria e del suo impatto sulla salute umana, la valutazione delle fonti di inquinamento atmosferico, l'elaborazione di una legislazione sulla qualità dell'aria e di piani d'azione per la qualità dell'aria.

 

Il tema della Giornata Mondiale dell'Ambiente 2019 è #BeatAirPollution, e ha l'obiettivo di stimolare i governi, l'industria, le comunità e gli individui ad agire per esplorare gli utilizzi delle energie rinnovabili e delle tecnologie verdi per migliorare la qualità dell'aria nelle città e nelle regioni di tutto il mondo.

 

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite António Guterres ha detto che, oltre a mietere milioni di vittime ogni anno e a danneggiare lo sviluppo dei bambini, molti inquinanti atmosferici stanno causando anche il riscaldamento globale. Guterres ha definito il cambiamento climatico una "minaccia esistenziale" e ha esortato la comunità internazionale a "tassare l'inquinamento, non le persone" e fermare la costruzione di centrali a carbone.

 

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
19/08/2019

Pesce mangia-plastica: il rimedio estivo per liberare le spiagge dai rifiuti

Quest’anno contribuire alla pulizia delle spiagge sarà un gioco: a Torre Canne è stato realizzato un pesce mangia-plastica per liberare le spiagge dai rifiuti educando le persone alla sostenibilità anche durante le ...

09/08/2019

Il mondo a rischio "apartheid climatico"

Il cambiamento climatico avrà l'impatto peggiore sulle popolazioni più vulnerabili e i paesi meno svilippati. Secondo un esperto delle Nazioni Unite entro il 2030 potrebbe causare la povertà per 120 milioni di ...

07/08/2019

Raccolta differenziata: l’importanza del corretto smaltimento

Si sa, la produzione di rifiuti è in crescita costante e con essa la necessità di attuare una raccolta differenziata efficace che possa condurre a una via di miglioramento, in un’epoca in cui l’ecosistema appare fortemente ...

01/08/2019

Il Friuli Venezia Giulia promuove il bando accumulo per il fotovoltaico

Dopo Veneto e Lombardia anche il Friuli Venezia Giulia ha approvato un emendamento del M5S per la concessione di contributi per l'installazione di sistemi di accumulo per il residenziale. Gli ultimi bandi delle Regioni per diminuire i consumi, aumentare ...

31/07/2019

Le rinnovabili nei trasporti

Pubblicato dal GSE il Rapporto "Energia nel settore dei trasporti" che fotografa i consumi energetici del settore, i cambiamenti avvenuti dal 2005, i dati sui biocarburanti immessi in consumo in Italia e la percentuale di energia ...

30/07/2019

UpTown: presentato in anteprima un appartamento dello Smart District

Si è di recente tenuta la presentazione dell’appartamento progettato dall’interior designer Andrea Castrignano, ubicato nell’edificio in linea ospitato dalla zona sud dello Smart District UpTown. Questo evento ha segnato ...

26/07/2019

29 luglio: abbiamo finito le risorse rinnovabili

Il 29 luglio è l’Overshoot Day 2019, ovvero il giorno che segna l’inizio del debito ecologico a causa dell’eccessivo sfruttamento del pianeta. Abbiamo utilizzato tutte le risorse rinnovabili. Per soddisfare il bisogno ...

26/07/2019

In UE un Piano verde da 1.000 miliardi in 10 anni

Ursula von der Leyen guida la commissione Ue: la politica, fedelissima di Angela Merkel, promette un green deal entro i suoi primi 100 giorni. La sfida del clima fra le priorità   a cura di Tommaso Tetro     Indice degli ...