Parere favorevole per il Conto Termico dalla Conferenza Unificata delle Regioni

La seduta della Conferenza Unificata Stato-Regioni che si è svolta lo scorso 6 dicembre ha approvato il decreto sull'”Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili e interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni” varato lo scorso 8 novembre dal Governo.
Il testo dovrebbe quindi essere pubblicato entro il 21 dicembre sulla Gazzetta Ufficiale per entrare in vigore il giorno successivo.
Ricordiamo che l’impegno annuo previsto è di circa 900 milioni: 700 milioni di euro per interventi nel settore privato e una “linea specifica per la pubblica amministrazione”, con investimenti pari a 200 milioni di euro all’anno. Il nuovo sistema incentivante promuoverà interventi di piccole dimensioni e l’incentivo coprirà mediamente il 40% dell’investimento, che verrà erogato tra i  2 e i 5 anni, per gli interventi più onerosi.
Il documento originale inviato alle Regioni non ha subito particolari modifiche. Tra queste c’è la richiesta di elevare  da 500 KWt a 1 MWt la soglia di potenza degli impianti ammessi all’incentivo, ma con la previsione di un Registro.
Inoltre il decreto incentiva la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con nuovi impianti alimentati a biomassa.  Le Regioni richiedono la possibilità per i soli fabbricati rurali di incentivazione non solo nel caso di sostituzione, ma anche di installazione ex novo di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento con generatori di calore alimentati da biomassa con potenza termica fino a 1 MW.
Inoltre è richiesta l’ammissione al beneficio delle sole aziende agricole che svolgono attività agroforestale, esclusivamente nelle aree non metanizzate, per la sostituzione di generatori di calore alimentati a gpl con generatori di calore alimentati a biomassa.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare termico

Le ultime notizie sull’argomento