CASA QUATTRO: legno, paglia e sughero per l’abitare naturale

Luca Compri Architetti definisce un nuovo standard per l’abitare in modo naturale. Casa Quattro è il risultato compositivo di 3 semplici ingredienti – legno, paglia di riso e sughero – miscelati secondo una formula gravida di riferimenti storici, culturali, climatici.

A cura di:

CASA QUATTRO: legno, paglia e sughero per l’abitare naturale

Indice degli argomenti:

Casa Quattro, ultima opera di LCA (Luca Compri Architetti), si inserisce con discrezione nel contesto rurale, mimetizzandosi perfettamente con l’ambiente in un dialogo aperto e intimo con la campagna lombarda.

L’edificio evoca lo spirito contadino di quei luoghi, espresso così nettamente dalle forme dei fienili e caseggiati che solcano i terreni circostanti, simboli di una cultura saldamente legata alla terra.

Anche i materiali usati – attentamente selezionati – sono di provenienza locale, espressione del genius loci, della cultura contadina. Legno, sughero e paglia (di riso), tradizionalmente considerati materiali poveri, riescono a liberarsi dai pregiudizi estetici per aspirare a una nuova, e ricca, unità formale. Hanno oltretutto anche preziose valenze ambientali, sono ecologici e naturali, e possono facilmente essere riciclati a fine vita.

Dal punto di vista energetico, Casa4 è un edificio NZEB: ha consumi ridottissimi che sono ampiamente coperti dai pannelli fotovoltaici installati sulla copertura.

Abitare la campagna

A Magnago, piccolo paese poco distante da Milano, una giovane coppia di informatici ha deciso di vivere e lavorare a stretto contatto con la natura. Proprio lì, in un lotto ai margini del paese, in una zona dominata dalla campagna e circondato da un grazioso bosco di acacie, si è realizzata una felice comunione d’intenti, tra le aspirazioni rurali dei committenti e la poetica dei progettisti (Luca Compri Architetti).

Casa 4 a Magnago, planimetria

Il risultato formale ed espressivo è frutto di un’intuizione gravida di riferimenti storici, culturali, climatici: un’attenta e accurata lettura del contesto e dei suoi valori intrinseci o genius loci.

All’esterno, la forma dell’edificio richiama i piccoli casali e i fienili della campagna lombarda. L’archetipo della capanna primitiva predomina la memoria dei luoghi e si manifesta nella semplicità della composizione architettonica, priva di ogni elemento non essenziale. Ciononostante, l’edificio non rinuncia alla bellezza, ma la esprime con sobrietà ed eleganza stilistica attraverso i dettagli costruttivi e l’accostamento, mai banale, dei materiali.

Casa 4 a Magnago, prospetti

Casa 4 a Magnago, sezioni

Casa Quattro s’inserisce con discrezione nell’ambiente, distinguendosi con classe. La natura, che empie lo sguardo in ogni direzione, orienta anche la scelta dei materiali da costruzione: legno per la struttura di base, paglia di riso e sughero come isolanti; le finiture interne e gli arredi sono in pietra e legno di rovere.

Casa 4 a Magnago, legno, paglia e sughero

La sagoma della capanna, definita e nitida, s’erge fiera e dignitosa mimetizzandosi tra le sagome degli alberi assorti, ma non passa inosservata.

La natura nello spazio

Casa Quattro è un edificio unifamiliare su due livelli. Al piano terra troviamo l’ingresso, la cucina, una camera da letto, uno studio, due bagni, una lavanderia e un ampio soggiorno, cuore e fulcro dell’abitazione, dove un monumentale caminetto fa da spartiacque tra la zona pranzo e la zona living a doppia altezza. Al piano rialzato troviamo una piccola palestra, una camera da letto, un bagno e uno studio con affaccio sul soggiorno.

Casa 4 a Magnago, piante

Lo spazio interno trasmette con le cromaticità della materia, abbinata con gusto, quelle sensazioni naturali di benessere e comfort domestico. Le finiture interne e gli arredi sono infatti in pietra e legno di rovere, interrotte e incorniciate dal bianco che ne esalta le tonalità in un ritmo incalzante.

Casa 4 a Magnago, interno in legno e pietra

Il centro della casa è caratterizzato da uno spazio a doppia altezza pieno di luce naturale, completamente vetrato a nord e parzialmente a sud; al fine di instaurare un dialogo diretto con il paesaggio esterno libero da muri che ne ostacolano la vista.

Casa 4 a Magnago, interno molto luminoso

Con questo escamotage, l’architetto vuole abbracciare la natura circostante, permettendole di penetrare all’interno dell’abitazione, senza filtri, né confini.

Casa Quattro a Magnago, vista nord
Casa Quattro, vista nord. Si può osservare la grande vetrata che delimita lo spazio a doppia altezza del soggiorno

Come risultato, il cielo, la campagna e il bosco, sono una presenza costante nella vita quotidiana della casa e delle persone che la abitano.

Un edificio NZEB naturale

Casa 4 è un edificio NZEB a ridotti consumi energetici: è autoalimentato grazie agli apporti di energia solare passiva e attiva, azzerando consumi ed emissioni di C02.

La volontà del progettista e dei committenti è stata quella di lavorare ad un progetto bioecologico, eticamente corretto, con un’anima semplice e naturale e un’architettura nuda quasi primitiva.

I materiali utilizzati (legno, paglia, sughero) sono quasi completamente naturali e possono essere facilmente riciclati una volta dismesso l’edificio.

Casa Quattro a Magnago, vista sud.
Casa Quattro, vista sud. Da notare i pannelli fotovoltaici installati sulla copertura

L’involucro dell’edificio è altamente performante. Sia i serramenti che pareti e solai – grazie alla paglia e al cappotto in sughero – permettono un elevato livello di isolamento termico ed acustico.

Un caminetto, fulcro e anima della casa, fortemente voluto dal cliente è usato come principale fonte di riscaldamento.

Abbinato ad esso, esiste un sistema di condizionamento rinnovabile ad aria, con pompa di  calore che sfrutta l’energia elettrica prodotta dal sole. Un sistema fotovoltaico in copertura, anche grazie ad un sistema di accumulo a batteria, è in grado di coprire il fabbisogno energetico annuo, particolarmente basso.

Legno, paglia e sughero

Casa Quattro è il risultato compositivo di 3 ingredienti naturali abbinati in una tecnologia costruttiva a secco, che permette di ridurre al minimo l’impatto ambientale: legno per la struttura di base, paglia di riso e sughero, come isolanti. Legno, riso e sughero sono gli ingredienti di un prodotto sano e naturale.

Dettagli costruttivi Casa 4 a Magnago

La struttura portante dell’edificio è a telaio in legno (Platform Frame) con interposta la paglia di riso come isolante.

All’esterno, un cappotto in sughero a vista, elaborato da Tecnosugheri, ha il compito di coibentare l’edificio e proteggerlo dagli agenti atmosferici (l’acqua in primis) per garantire un adeguato confort termoigrometrico.

La paglia è un materiale molto diffuso e dal costo ridicolo, potendo contare su elementi di scarto. Le sue elevate prestazioni acustiche ed energetiche, sia come isolamento (conducibilità pari a circa 0,04 W/mK) che come inerzia termica (23 h di sfasamento), garantiscono un eccellente funzionamento sia d’estate che d’inverno, proteggendo l’edificio dalla calura estiva e dal freddo invernale. La paglia è inoltre anallergica, biodegradabile e annualmente rinnovabile.

L’intenzione del progettista Luca Compri era quella di nobilitare elementi (sughero e paglia) di per sé molto poveri per evidenziare le loro caratteristiche uniche in termini di sostenibilità, efficienza e durabilità senza rinunciare alla bellezza estetica.

L’unico “capriccio” decorativo riguarda la lavorazione superficiale dell’isolante esterno in sughero a vista: le lastre sono state pantografate in 3D e decorate in modo eccentrico – in netto ma voluto contrasto con l’anima povera della casa – il trattamento superficiale e la naturalezza del materiale rende vive e vibranti di luce le facciate della casa.

Il cappotto in sughero a vista

Il sughero è un materiale naturale, atossico, durevole e resistente all’acqua e al fuoco. Tra gli isolanti, è uno dei materiali con le performance energetiche più elevate esistenti sul mercato. La bassa conducibilità termica, nell’ordine di 0,04 (W/mK), e la densità pari a 130 kg/mc gli dona eccellenti proprietà sia di isolamento che di inerzia termica. Se paragonato al polistirene espanso o EPS che ha simili qualità coibenti, ma un peso di appena 30 kg/mc circa, possiamo facilmente dedurre la superiorità del sughero in regime estivo, quando la massa è particolarmente vantaggiosa per ritardare l’onda termica e mantenere stabile la temperatura interna dell’abitazione.

Casa quattro: cappotto sughero a vista

Tecnosugheri garantisce la durata del rivestimento, che mantiene inalterate le sue proprietà isolanti fin oltre i 50 anni.

La qualità della materia prima è garantita da certificazioni di sicurezza e ambientali (Nature Plus, Positivlisten), ETA, CE, che ne attestano le pregevoli caratteristiche:

  • Durabilità illimitata ed eccellente stabilità dimensionale,
  • Insensibile ad acqua e umido e resistente al fuoco,
  • Prestazioni termiche inalterate anche dopo 50 anni (=0,039)
  • Ottimo isolante termico estivo e invernale,
  • Certificato per la bio-edilizia da Natureplus e ANAB | ICEA,
  • Atossico e utilizzabile anche in interno (COV:A+),
  • Impiegato all’interno del Sistema ETICS SecilVit CORK,
  • Rispondente alle Linee Guida ETAG004 (ETA 14/200).

Certificazioni sughero naturale

I pannelli in sughero sono totalmente naturali perchè ottenuti tramite processo termico di tostatura, senza aggiunta di colle o di sostanze chimiche. Il processo termico di tostatura permette la fusione delle resine naturalmente contenute nella corteccia, che agiscono da collante naturale per aggregare i granuli e formare il pannello. La tostatura non altera le caratteristiche del sughero, anzi le migliora, in quanto permette al granulo di espandersi, inglobando aria e migliorandone le caratteristiche di coibenza. La colorazione bruna del prodotto non è dovuta ad una alterazione del sughero ma solo alla sua tostatura. (fonte: Tecnosugheri)

Casa quattro a Magnago con cappotto in sughero

Il cappotto in sughero, sia interno che esterno, per le proprietà menzionate, rispetta i Criteri Ambientali Minimi (o CAM) dei materiali isolanti per l’edilizia e può dunque essere la scelta ideale per poter usufruire degli incentivi fiscali per la riqualificazione energetica, sottoforma di ecobonus o superbonus al 110%.

CASA QUATTRO a Magnago, esterno



Tema Tecnico

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il Progetto è inerente alle seguenti categorie

RISPARMIO ENERGETICO