Advertisement

REbuild: ripensare le città a partire dalle periferie

L’edizione 2019 dell’evento che per la prima volta si svolge a Milano, attende i partecipanti con tre interessanti giornate ricche di spunti sul tema della sostenibilità ambientale nell’edilizia, considerando il ruolo di città e periferie. Iscrizioni aperte

Il 26 e 27 giugno a Milano ReBuild 2019

Il 26 e 27 giugno si terrà a Milano l’edizione 2019 di REbuild: una vera e propria piattaforma per l’innovazione delle costruzioni italiane, alla sua ottava edizione. In questo stimolante contesto è possibile confrontarsi con i professionisti e player interessati a sviluppare nuove opportunità di business. Non a caso è stata scelta la metropoli meneghina, al centro in questi ultimi anni di importanti trasformazioni e protagonista di innovativi e a volte sorprendenti progetti immobiliari e di rinnovamento. 

Thomas Miorin, Presidente di REbuild, sottolinea a questo proposito che “oggi Milano rappresenta non soltanto uno spazio di rinnovamento e il cuore del real estate italiano, ma il laboratorio dove il cambiamento è capace di coniugare la crescita con la sostenibilità e l’inclusione sociale”. La stessa Fabbrica Orobia che ospiterà la manifestazione è un eccellente esempio di riqualificazione urbana realizzata con la collaborazione di tutti gli attori, pubblici e privati e con al centro la sostenibilità.

Il tema centrale di quest’anno è “(RE)making cities”, a partire da alcuni interventi di riqualificazione, in termini urbanistici, economici e sociali, in cui la partecipazione dei cittadini è stata centrale nel ripensare gli spazi. REbuild seleziona casi ed esperienze per condividere con i partecipanti le più interessanti trasformazioni delle attività di progettazione e gestione. 

Il ruolo della digitalizzazione per ripartire il settore dell’edilizia

In un mondo ormai completamente connesso è sempre più importante considerare il ruolo della digitalizzazione per il cittadino e la città. A questo proposito verrà proposto l’esempio della start up italiana Cuebiq che sta operando a New York per perfezionare la pubblicità negli spazi urbani “con l’obiettivo di capire come e da chi vengono utilizzati i luoghi nel tempo, per una gestione più intelligente degli sviluppi urbani”.

 

Verranno inoltre presentate case history dedicate all’edilizia innovativa ed efficiente, tra cui il caso di Powerhouse che in Norvegia sviluppa, grazie alla collaborazione tra importanti realtà quali per esempio lo studio Snøhetta e un’azienda come Skanska, progetti immobiliari innovativi che producono più energia di quella che consumano, grazie alle nuove piattaforme integrate e con una filiera collaborativa e non competitiva.

REbuild 2019 partecipano anche importanti studi di progettazione internazionali e italiani che presenteranno le proprie esperienze. Tra questi Demogo o GGloop, racconteranno le proprie sperimentazioni nel campo dell’offsite, considerando sempre la qualità del progetto.

 Thomas Miorin, presidente di Rebuild

Thomas Miorin, Presidente di REbuild

Un workshop dedicato all’edilizia off-site

Ogni anno REbuild dedica spazio alle migliori tecnologie ed esperienze italiane di edilizia off-site, con attenzione a costi, tempi e prestazioni.
Non fa eccezione l’edizione 2019 che ospita un workshop in cui sarà possibile capire con i protagonisti del settore come un progetto tradizionale possa essere trasformato in un progetto off-site. Tutti gli interessati possono inviare entro il 20 giugno la propria candidatura via mail per presentare il proprio progetto e avere utili consigli su come potrebbe essere pensato, fabbricato e costruito in modo nuovo. 

Sono previsti tre tavoli di lavoro condotti da importanti realtà come Manni Group, Wolfhaus, Wood Beton; uno dedicato al residenziale, un secondo focalizzato su ospitalità e strutture sanitarie, il terzo pensato per il terziario, industriale e uffici.

REbuild 2019

26 e 27 giugno – Fabbrica Orobia, Milano

Il 25 pomeriggio inizieranno i lavori con un pre-opening dedicato all’esplorazione del quartiere

Scarica il programma 

Per iscrizioni clicca qui, fino al 18 giugno la tariffa è Early bird!

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento