Sblocca Italia, novità per gli incentivi auto 2014-2015

Cambiano le condizioni per ottenere gli ecoincentivi

A cura di:

Il decreto Sblocca Italia, entrato in vigore il 13 Settembre 2014, ha portato una ventata di novità non solo nel mondo dell’edilizia e dell’urbanistica, ma anche in quello degli incentivi per i veicoli a basse emissioni complessive: i contributi saranno validi per l’acquisto entro il 31 dicembre 2015 di veicoli a basso impatto come vetture elettriche, ibride o più in generale che non superino un livello di emissioni di CO2 pari a 95 g/km.

 

Una delle novità più allettanti per le aziende che desiderano accedere agli incentivi per un nuovo veicolo ecologico è l’annullamento dell’obbligo di rottamazione di un mezzo immatricolato almeno dieci anni prima, vincolo, nonchè limite, poco riscontrabile nella realtà odierna.

 

Lo Sblocca Italia prevede la rottamazione di un veicolo simile, senza tuttavia vincoli sull’anno di immatricolazione, solo nel caso in cui l’azienda voglia acquistare un nuovo mezzo con emissioni di CO2 fino a 120 g/km. Sarà invece possibile beneficiare degli ecoincentivi senza alcuna rottamazione in caso di acquisto di un veicolo ad alimentazione ibrida o elettrica, ossia con emissioni fino a 95 g/km di CO2.

 

L’art.39 esplicita nel dettaglio le percentuali spettanti all’acquirente, sottoforma di taglio al prezzo di acquisto del veicolo, in questo modo:

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Normativa, Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento