Solarbuzz: nel 2013 il fotovoltaico raggiungerà i 31 GW

Le stime sulle nuove installazioni di fotovoltaico nel 2013 presentate dalla società statunitense NPD Solarbuzz, "Marketbuzz 2013", evidenziano che la domanda di solare fotovoltaico nel corso dell'anno aumenterà di due gigawatt (GW), passando da 29 GW a 31 GW, in crescita del 7% rispetto al 2012.
Per la prima volta, la Cina supererà la Germania diventando il primo consumatore di moduli. Si conferma invece la concentrazione geografica, con l'83% della domanda di fotovoltaico che proverrà da soli 10 Paesi.
Secondo Michael Barker, analista senior di NPD Solarbuzz "Il 2013 rappresenterà un anno di transizione, in quanto l'industria del fotovoltaico si adatterà alla morbidezza in tutti i mercati europei. I cinesi compensaranno in gran parte il calo della domanda dalla Germania, che in precedenza ha guidato il podio del fotovoltaico."
A causa di ulteriori riduzioni degli incentivi in alcuni Stati europei, Solarbuzz prevede che in Europa la domanda scenderà a circa 12 GW di installazioni nel 2013, il 26% in meno che nel 2012. Al contrario, le nuove politiche fotovoltaiche in tutti i principali paesi della regione Asia-Pacifico (APAC), guidati da Cina, Giappone e India, stimoleranno la crescita di oltre il 50%, con 11 gigawatt di nuovi impianti fotovoltaici installati.

 
"Nel 2013, ci aspettiamo di vedere un miglioramento nei mercati fondamentali che consenta al fotovoltaico di tornare a una crescita a due cifre", ha detto Barker. "I prezzi continueranno a scendere, e il fotovoltaico diventerà sempre più competitivo tra le regioni con un'alta richiesta di energia elettrica".
Secondo il rapporto di NPD Solarbuzz, a partire dal 2014 ci sarà una significativa crescita delle delle installazioni in Medio Oriente, Africa, America latina, Caraibi e sud est asiatico che, nel complesso, conteranno solo per l'8% nel 2013. Tuttavia, la quota di mercato è destinata a raddoppiare entro il 2017, trainata principalmente dal Sud Africa, Arabia Saudita, Tailandia, Israele e Messico.
A causa delle guerre commerciali incrociate tra Stati Uniti, Cina e Europa Solarbuzz prevede infine che ci saranno ostacoli sempre maggiori per le importazioni.
 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento