IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Mercato delle case dominato da edifici inefficienti in classe G

Mercato delle case dominato da edifici inefficienti in classe G

In leggera ripresa il mercato immobiliare nel 2015, prezzi sempre in calo, classe energetica bassa per la maggior parte delle abitazioni

La Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, FIAIP, ha pubblicato il "Report urbano 2015", un’analisi della situazione del mercato immobiliare in Italia, che per fortuna nel 2015 si è chiuso con un trend positivo, +7%, dato che fa ben sperare per l’anno in corso. Aumentano dell’8% le richieste di acquisto degli immobili, diminuiscono i tempi di vendita e la distanza tra prezzo richiesto e offerto, mentre sul fronte dei prezzi continua ad esserci segno negativo, con una diminuzione del 2.5%. La domanda di mutui è aumentata grazie anche ai tassi di interesse particolarmente vantaggiosi proposti delle banche.


Per il 2016 gli analisti del Centro Studi Fiaip si aspettano un mercato in crescita, grazie anche all’eliminazione dell’IMU dalla prima casa e alle misure contenute nella Legge di Stabilità: ricordiamo infatti che sono state prorogate per tutto il 2016 le detrazioni fiscali del 50% per le ristrutturazioni edilizie e del 65% per interventi riqualificazione energetica. Inoltre la Legge di Stabilità prevede per quest’anno la detrazione dell’Iva per l’acquisto di immobili in classe A o B, l’estensione delle agevolazioni fiscali per l’acquisto della prima casa ed è stato introdotto il leasing immobiliare ad uso abitativo.
D’altra parte Fiaip evienzia che molto di più si potrebbe fare per spingere la ripresa del mercato immobiliare, che rappresenta circa il 20% del PIL, a partire da una diminuzione della pressione fiscale, dovrebbe poi essere introdotta una normativa sulla rigenerazione urbana che preveda una metodica d’intervento per l’efficientamento energetico e la detassazione sulle permute verso le imprese costruttrici per l’acquisto di immobili con classe A o B.

 

L’efficientamento energetico degli edifici
Per il terzo anno FIAIP ha realizzato, in collaborazione con l’ENEA e l’Istituto per la Competitività (I-Com), un monitoraggio del mercato immobiliare rispetto all’efficienza energetica.
Il Governo dovrebbe promuovere in maniera significativa gli interventi per l’efficientamento energetico degli edifici, su questo fronte i dati mostrano purtroppo che l’Italia è caratterizzata da un patrimonio abitativo dalla qualità energetica molto bassa, infatti gli edifici in classe G, la peggiore, variano dal 72% per i monolocali ad un 57% per le villette.
In linea con i dati del 2014 gli edifici appartenenti alle classi energetiche A+, A e B rappresentano una percentuale che varia tra il 7% e il 13% a seconda della tipologia di immobile.
Il discorso cambia per gli edifici di pregio e per quelli di nuova costruzione, per questi ultimi sono in classe energetica A+, A o B poco meno del 50% di quelli compravenduti.

 

Anche l’Attestato di prestazione Energetica, documento obbligatorio da presentare nel momento di compravendita o anche locazione, pare essere uno strumento poco conosciuto o comunque non incisivo nella scelta di acquisto e quindi forse non di sufficiente stimolo a spingere verso gli investimenti nella riqualificazione energetica. I dati dicono infatti che il 58% di chi vende o compra un immobile non lo ritiene uno strumento utile.
L’APE può invece diventare il riferimento per una riqualificazione efficiente che garantisca un maggior comfort abitativo e un aumento del valore economico dell’edificio.

Proprio per questo, Roberto Moneta, Responsabile dell’Unità Tecnica per l’Efficienza Energetica dell’ENEA sottolinea il ruolo centrale e strategico che svolgono le agenzie immobiliari che "rappresentano il trait d’union fra i diversi attori: imprenditori, proprietari ed inquilini”.

Per formare gli operatori del settore sull'importanza e le opportunità offerte dall'APE, l’ENEA , FIAIP ed I-Com organizzeranno, nell'ambito del Programma Triennale di Informazione e Formazione previsto all’art. 13 del Dlgs 102/2014 gestito dall’ENEA, una serie di giornate informative con l'ausilio di materiali divulgativi che le agenzie immobiliari veicoleranno ai propri clienti attraverso i diversi canali a loro disposizione.
Inoltre c'è l'intenzione di organizzare all’interno dell’Osservatorio Parlamentare per il Mercato Immobiliare, un tavolo specifico dedicato all’Efficienza Energetica attraverso il quale definire proposte condivise con i principali stakeholder.

Abitazioni in compravendita 2015 a bassa efficienza energetica

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/01/2017

La rinnovabili sempre più competitive, il futuro è green!

Come le rinnovabili possono decarbonizzare il settore energetico, grazie alla diminuzione dei costi, innovazione tecnologica e politiche efficienti     Irena, l’agenzia internazionale per le energie rinnovabili, ha presentato il nuovo ...

18/01/2017

Nuove tipologie abitative a Made

Come stanno cambiando le abitudini e i comportamenti delle persone rispetto ai consumi, al lavoro, alla sostenibilità e alla casa? Scopriamolo a Milano dall'8 all'11 marzo 2017.   MADE expo, una delle più importanti manifestazioni ...

17/01/2017

Dalla diffusione della micro-cogenerazione benefici economici e ambientali

Uno studio pubblicato dalla società Althesys analizza i benefici a livello economico, di risparmio energetico e diminuzione delle emissioni in ambiente che deriverebbero dalla crescita della microcogenerazione       La ...

17/01/2017

Lo smog soffoca le città italiane

L'ultimo Report di Legambiente lancia l'allarme, sono 32 le città in cui è stata superata la soglia di polveri sottili consentita dalla legge. Serve un piano nazionale che aiuti gli amministratori a intervenire ...

05/01/2017

Crescono le rinnovabili, diminuisce la dipendenza energetica

L'Istat ha pubblicato l'edizione 2016 dell’Annuario statistico italiano che traccia una fotografia dei principali settori in Italia, tra cui ambiente ed energia.     L’Istat ha pubblicato l’edizione 2016 dell’Annuario ...

23/12/2016

Nei primi 9 mesi del 2016 fotovoltaico ed eolico coprono il 14% della domanda di energia

Raggiunto da gennaio a settembre il massimo storico di produzione da eolico e solare, mentre calano in contemporanea le emissioni di CO2 e i consumi energetici     L'Enea ha pubblicato il Bollettino del Sistema Energetico Italiano dedicato al ...

23/12/2016

Progetto #greenlight, per l'efficienza energetica nelle gallerie

Investimento da 155 milioni di euro per il risparmio energetico nelle Gallerie gestite da Anas e l'aumento della sicurezza       Illuminazione efficiente, risparmio energetico e aumento della sicurezza nelle Gallerie della rete stradale di ...

23/12/2016

Via libera al piano energetico delle Marche che spinge sulle rinnovabili

Obiettivo del piano è la diminuzione del consumo regionale di energia del 20% e di portare al 25.8% il contributo delle energie rinnovabili     Il Consiglio regionale delle Marche ha approvato Piano Energetico Ambientale Regionale (PEAR ...