IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Sviluppo della bioedilizia e dialogo sociale

Sviluppo della bioedilizia e dialogo sociale

Fillea-Cgil è capofila del progetto europeo Broad che ha l’obiettivo di proporre un nuovo modello sostenibile e sociale delle costruzioni

 

Lo sviluppo della green economy è una sfida importante per il dialogo sociale europeo considerando il ruolo e la futura evoluzione delle relazioni tra sindacati, organizzazioni degli impenditori, istituzioni e società civile. Rafforzare il dialogo sociale è un aspetto fondamentale per la riorganizzazione della produzione e per la gestione degli impatti della transizione verso un'economia sostenibile sul mercato del lavoro.

La Commissione europea ha individuato il settore delle costruzioni come quello di un'area in cui possono essere realizzati miglioramenti considerevoli in ​​termini di efficienza energetica. 
In linea con gli obiettivi della strategia Europa 2020, l’orientamento verso bioedilizia garantisce una crescita sostenibile, attenzione verso nuove tecnologie per la progettazione degli edifici e la riqualificazione dei professionisti. 

Il progetto “B.R.O.A.D. - Building a Green Social Dialogue” presentato dalla Fillea Cgil e approvato dalla Commissione Europea, nasce da queste premesse e coinvolge i sindacati di quattro paesi europei, centri di ricerca, associazioni datoriali, che si confronteranno a supporto del dialogo sociale nei processi di transizione verso il green building, per lo sviluppo del mercato del lavoro e la crescita, nel segno della qualità e del rispetto dei diritti e della salute, delle competenze professionali dei lavoratori.

 

Il progetto si sviluppa in due fasi, la prima si concluderà alla fine del 2016 con la realizzazione di un Report europeo in cui saranno pubblicate le varie politiche comunitarie in materia di green economy e di bioedilizia. Inoltre verrà proposta una panoramica delle iniziative a sostegno dei posti di lavoro verdi a livello europeo, verrà realizzata un'analisi comparata delle diverse esperienze dei paesi coinvolti nel progetto; una descrizione del ruolo e delle funzioni delle parti sociali, in modo da proporre suggerimenti e raccomandazioni per rafforzare il dialogo sociale nei processi di conversione bioedilizia.

 

Entro dicembre 2017 saranno pubblicate le “Linee guida” per il dialogo sociale nella bioedilizia a livello europeo e nazionale, che saranno il frutto dell’intensa attività - prevista in Italia e negli altri paesi coinvolti - di scambio e confronto tra le parti sociali.

 

Il progetto Broad si sviluppa anche attraverso workshop e incontri che coinvolgeranno rappresentanti dei datori di lavoro e dei lavoratori, le istituzioni, gli esperti, la società civile e considerando non solo il settore della bioedilizia, ma anche i settori e le professioni legate alla green economy, in una prospettiva orizzontale.

 

I partner coinvolti sono Fondazione Di Vittorio, la federazione europea dei sindacati delle costruzioni, un centro studi della Germania, i sindacati delle costruzioni di Polonia, Spagna e Belgio, e per l'Italia Filca Cisl, FenealUil e Ance.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
17/01/2017

Dalla diffusione della micro-cogenerazione benefici economici e ambientali

Uno studio pubblicato dalla società Althesys analizza i benefici a livello economico, di risparmio energetico e diminuzione delle emissioni in ambiente che deriverebbero dalla crescita della microcogenerazione       La ...

17/01/2017

Lo smog soffoca le città italiane

L'ultimo Report di Legambiente lancia l'allarme, sono 32 le città in cui è stata superata la soglia di polveri sottili consentita dalla legge. Serve un piano nazionale che aiuti gli amministratori a intervenire ...

05/01/2017

Crescono le rinnovabili, diminuisce la dipendenza energetica

L'Istat ha pubblicato l'edizione 2016 dell’Annuario statistico italiano che traccia una fotografia dei principali settori in Italia, tra cui ambiente ed energia.     L’Istat ha pubblicato l’edizione 2016 dell’Annuario ...

23/12/2016

Nei primi 9 mesi del 2016 fotovoltaico ed eolico coprono il 14% della domanda di energia

Raggiunto da gennaio a settembre il massimo storico di produzione da eolico e solare, mentre calano in contemporanea le emissioni di CO2 e i consumi energetici     L'Enea ha pubblicato il Bollettino del Sistema Energetico Italiano dedicato al ...

23/12/2016

Progetto #greenlight, per l'efficienza energetica nelle gallerie

Investimento da 155 milioni di euro per il risparmio energetico nelle Gallerie gestite da Anas e l'aumento della sicurezza       Illuminazione efficiente, risparmio energetico e aumento della sicurezza nelle Gallerie della rete stradale di ...

23/12/2016

Via libera al piano energetico delle Marche che spinge sulle rinnovabili

Obiettivo del piano è la diminuzione del consumo regionale di energia del 20% e di portare al 25.8% il contributo delle energie rinnovabili     Il Consiglio regionale delle Marche ha approvato Piano Energetico Ambientale Regionale (PEAR ...

16/12/2016

Bill Gates lancia un fondo per le energie rinnovabili da 1 miliardo di dollari

Promosso da Bill Gates, insieme ad altri imprenditori illuminati, un fondo di investimento da un miliardo di dollari dedicato alle nuove tecnologie green  
Le due facce degli Stati Uniti rispetto alle energie rinnovabili e al futuro del ...

16/12/2016

Firmata una nuova direttiva UE per limitare le emissioni

La direttiva europea adottata fissa limiti più rigorosi per i cinque principali inquinanti ed entrerà in vigore il 31 dicembre 2016     Entrerà in vigore il prossimo capodanno la nuova direttiva europea, elemento ...