Le auto elettriche crescono in Italia e in Europa

I dati di mercato mostrano una crescita di immatricolazioni di auto elettriche e ibride in Europa e in Italia, anche grazie agli incentivi

A cura di:

Le auto elettriche crescono in Italia e in Europa

Indice degli argomenti:

L’auto elettrica cresce, malgrado la crisi generalizzata del mercato auto: a giugno il calo delle immatricolazioni ha fatto segnare -23,1% rispetto allo stesso mese 2019. Invece le auto elettriche e ibride hanno registrato un aumento: secondo l’analisi di AutoScout24 su base dati Unrae – a giugno 2020 le elettriche sono aumentate del +53,2% (2.228 unità), rispetto a un anno fa, e le ibride del +84,4% (17.684 unità), raggiungendo una quota totale del 15%.

Lo stesso trend in positivo lo si registra in Europa. Vediamo allora la situazione nazionale e nei principali Paesi europei.

Auto elettriche in Italia: la forza degli incentivi

Gli incentivi cominciano a farsi sentire: come segnala in una nota la stessa AutoScout24, con il Decreto Rilancio è stato introdotto l’Ecobonus del Governo, per cui rottamando un veicolo di classe Euro 4 o inferiore si possono acquistare vetture ibride ed elettriche con uno sconto che arriva fino a 6mila euro per vetture con emissioni di CO2 da 0 a 20 g/km e a 2.500 euro da 21 a 70 g/km. In più, diverse Regioni e anche Comuni hanno introdotto ulteriori bonus per facilitare il passaggio a veicoli elettrici o a basse emissioni.

Incentivi per l'acquisto di auto elettriche

Il Comune di Milano per esempio, ha da poco pubblicato il bando che prevede contributi fino a 9.600 euro per chi acquista un’auto elettrica oltre a 6.000 euro per un’ibrida elettrica, per esempio.

Auto elettriche e ibride in Europa: la crescita c’è

La tendenza in crescita si riscontra anche in Europa: la percentuale di auto elettriche e ibride plug-in è aumentata del 6,8% nel primo trimestre dell’anno, più rapidamente della crescita del 2,5% registrata nello stesso trimestre dello scorso anno, secondo i dati di ACEA Associazione europea dei costruttori auto.

Auto elettriche e ibride in Europa: la crescita c’è

Questo prima che iniziassero i piani di stimolo per la ripresa dalla pandemia. Secondo gli ultimi dati di EV-volumes il mercato europeo degli ibridi plug-in e dei veicoli elettrici a batteria è cresciuto del 44% nel 2019 rispetto all’anno precedente.

Ibride ed elettriche: il punto in Germania, Francia, UK e Norvegia

In Germania, il più grande mercato automobilistico europeo, la quota di mercato delle vetture elettriche, pure o ibride, per il trasporto passeggeri ha raggiunto l’8,4% nel giugno scorso, in netto aumento rispetto al 3,4% dello stesso mese 2019.

Dei 18.598 veicoli “a spina” venduti a giugno, circa il 55% era costituito da ibridi plug-in (PHEV) e il restante 45% era costituito dalle BEV.

Dati a giugno del mercato delle auto in Germania

Il pacchetto di incentivi post Covid-19 della Germania, il più consistente in Europa, è stato raddoppiato: per gli electric vehicle si è passati da 3mila euro a 6mila euro, con l’aggiunta di altri 3.000 euro da parte dei produttori. Questo significa contare su 9mila euro per i veicoli nuovi che costano meno di 45mila euro.

Anche nel Regno Unito i veicoli elettrici stanno andando bene. Stando ai dati mensili della Society of Motor Manufacturers and Traders, a maggio le nuove immatricolazioni di auto pure elettriche sono aumentate del 21,5%, mentre quelle delle auto a benzina e diesel sono diminuite di circa il 90% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

In Francia, nonostante all’inizio di maggio fosse ancora in lockdown e il mercato complessivo fosse in calo di quasi il 50%, il mercato delle auto elettriche e ibride plug-in ha registrato una significativa espansione: In totale, sono state vendute circa 7.564 nuove auto elettriche plug-in (+61% rispetto all’anno precedente), secondo i dati di Avere France, l’Associazione nazionale per lo sviluppo della mobilità elettrica.

In Norvegia, primo Paese europeo in termini di veicoli elettrici, dalla prima metà del 2020 la quota di mercato complessiva di BEV e PHEV si sta avvicinando al 60% e la quota di mercato dei veicoli completamente elettrici è passata dal 45% al 48% da gennaio a giugno.

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Tema Tecnico

Le ultime notizie sull’argomento