Advertisement

Consiglio europeo che premi l’innovazione nelle rinnovabili

Bisogna fare in modo che la ricerca possa tradursi in reali attività imprenditoriali nel mondo green

I rappresentanti dei principali centri di ricerca europei specializzati in energie rinnovabili ed efficienza energetica, in occasione dell’incontro annuale dell’EUREC, hanno chiesto un impegno all’Unione perché venga realizzato un Consiglio europeo per l’innovazione, che possa finanziare l’eccellenza nella ricerca applicata. In questo modo si potrebbero più facilmente trovare gli investimenti per produrre a livello industriale le innovazioni più interessanti in campo di innovazione energetica.

Gli esperti hanno fatto il punto sullo stato del settore e sui provvedimenti dell’Unione Europea che riguardano la ricerca sulle energie rinnovabili. Il Gruppo in particolare ha discusso sull’aggiornamento della direttiva comunitaria legata all’efficienza energetica – al momento in corso – considerando sia il settore degli edifici sia quello dei processi industriali.

Tra i centri di ricerca presenti all’incontro anche l’EURAC che da cinque anni è entrata a far parte di questa associazione e da tre è nel consiglio direttivo, rappresentata dal ricercatore David Moser che spiega: “Sedere a questo tavolo ci permette di far emergere le nostre esigenze in termini di strategie comunitarie sulle rinnovabili e di contribuire in modo attivo allo sviluppo del settore”. “Condividiamo esperienze e visioni con i principali centri europei e questo networking facilita le collaborazioni in progetti di ricerca internazionali” aggiunge Wolfram Sparber, direttore dell’Istituto per le energie rinnovabili dell’EURAC.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento