ECOBONUS, ok dal Senato

Il Senato ha dato pochi minuti fa il via libera definitivo al decreto Ecobonus.
Con 249 si’ e 2 soli no il decreto, che diviene legge dello Stato, ha lo scopo di favorire la riqualificazione e l’efficienza energetica del patrimonio immobiliare italiano, mettendo l’Italia in regola rispetto alle prescrizioni in materia dell’Unione europea (che ha aperto una procedura d’infrazione nei confronti del nostro Paese) e prorogando la scadenza degli attuali benefici fiscali in materia.
“Rendere gli ecobonus stabili fino al 2020, in vista della data del primo gennaio 2021 quando tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno essere edifici ad energia quasi zero”, è questo l’obiettivo del governo, secondo quanto affermato da Simona Vicari sottosegretario allo sviluppo economico.

Il decreto prevede una detrazione d’imposta del 65%, distribuita su 10 anni, per le spese sostenute fino al 31 dicembre del 2013 per la riqualificazione energetica degli edifici (fino al 30 giugno 2014 per i condomini). Saranno inoltre detraibili le spese di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza ed impianti geotermici a bassa entalpia nonche’ quelli di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria. Prorogati al 31 dicembre 2013 i termini di scadenza dell’innalzamento della percentuale di detrazione Irpef dal 36 al 50% e il limite dell’ammontare complessivo da 48.000 a 96.000 euro in relazione alle spese di ristrutturazione edilizia. Sconto del 50%, distribuito in dieci anni, anche per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici nell’immobile oggetto di ristrutturazione, per un importo massimo complessivo non superiore a 10 mila euro.

Un emendamento approvato alla Camera stabilisce poi che il bonus valga anche per gli interventi di prevenzione sismica nelle aree a piu’ alto rischio sismico.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Detrazione fiscale 50% - 65%, Normativa

Le ultime notizie sull’argomento