Un eco resort che unisce design e ecologia

A cura di:

Naman Retreat Hay Hay è il resort eco-friendly di Vo trong Nghia Architects in corso di realizzazione nel cuore del Vietnam

L'eco resort Naman Retreat Hay Hay,un connubio di design, verde e bambù

Il Vietnam offre alcune delle spiagge più belle al mondo: qui sorge il resort lussureggiante che prende il nome di Naman Retreat Hay Hay, il cui progetto è stato curato dallo studio Vo Trong Nghia. Il Naman Retreat è una gioia per lo spirito e per gli occhi: la bellezza del design contemporaneo viene esaltata dall’uso del bambù, uno dei materiali da costruzione più antichi dell’Asia.

Il progetto per il Naman Retreat è un armonioso mix di verde, pietra naturale e bambù: il connubio di questi elementi fa sì che gli ospiti possano godere di un’esperienza di relax assoluto.

Vo Trong Nghia ha utilizzato il bambù come materiale principale. La scelta di utilizzare pietra locale e materiali naturali fa subito intendere la volontà dei progettisti di realizzare un resort rispettoso del territorio, così da esaltare ancor di più la bellezza della natura vietnamita.

Il resort progettato da Vo Trong Nghia si estende su una superficie di tre ettari e vede la presenza di un 80 bungalow finemente arredati, un’incredibile spa, un bar, conference hall e una piscina.

Il bambù: una scelta ecosostenibile

Vo Trong Nghia Architects ha scelto di utilizzare il bambù: è leggero eppure resistente e durevole nel tempo, tanto da meritarsi l’appellativo di “acciaio vegetale”. Scegliere il bambù significa scegliere un materiale resistente, economico ed ecosostenibile: il mix di tutte queste caratteristiche lo rende davvero una risorsa unica per la bio-edilizia.

Il Naman Retreat Hay Hay in vietnam è realizzato principalmente in bambù

Il materiale scelto per la realizzazione del resort è il bambù, resistente e duttile.

Gli edifici di uso comune sono stati costruiti in questo materiale così da realizzare spazi aperti adattabili alle diverse tipologie di eventi. Il progetto del resort vede la presenza di grandi pilastri formati da fasci di bambù disposti verticalmente: grazie alla grande flessibilità, il bambù è in grado di assumere forme diverse per ogni edificio creando incredibili “colonne vegetali”.

Per questo progetto sono state selezionate due tipologie di bambù: il luonge, utilizzato per le colonne, e il Tam Vong una variante più flessibile sfruttata per realizzare le strutture ad arco presenti nel complesso.

La conference hall, primo edificio che accoglie gli ospiti, vanta una superficie di 700 metri quadrati e ospita fino a mille persone. Altro edificio in bambù è il ristorante che si trova di fronte alla spiaggia, davanti a un’infinity pool. La struttura è essenzialmente lineare, punteggiata da due cupole in bambù.

Il bar dell'eco resort vietnamita Naman Retreat Hay

Nell’immagine vediamo il bar del resort, la cui particolare struttura è a forma iperboloide.

Altrettanto mozzafiato è il bar del Hay Hay Restaurant, un edificio di forma iperboloide galleggiante sull’acqua. Il bar del Resort presenta una struttura interna davvero particolare: i fasci di bambù hanno una forma avvitata culminante in una copertura in rattan.

Progettista: Vo Trong Nghia Architects

Luogo: Vietnam

Cronologia di realizzazione: 2015-2018

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento