Nuovo Campus dell’Università di Modena e Reggio Emilia

Soluzioni resistenti, leggere e isolanti a base di argilla espansa Leca

Il nuovo Campus dell’Università di Modena e Reggio Emilia commissionato dal Fondo Aristotele, realizzato dalla C.M.B. di Carpi e progettato dallo studio Architetti Associati Giandebiaggi & Mora, prevede complessivamente la realizzazione di 120 nuovi alloggi per una superficie di quasi 13.000 m2, ciascuno con quattro camere singole, doppi servizi, soggiorno, cucina e ambienti dotati di connessione wireless, distribuiti in quattro edifici a torre di otto piani fuori terra accorpati a spina attorno ad un collegamento centrale.

Al momento sono state realizzate due torri di otto piani ciascuna  – il progetto complessivo ne prevede quattro –  che oltre a 60 nuovi appartamenti che ospitano 240 studenti, ha previsto anche una serie di  spazi di condivisione e relazione (soggiorni, sale lettura, ecc.).

Il progetto è concepito come un unico sistema edilizio articolato dalla successione di volumi affiancati e sfalsati tra loro; le parti a un solo piano completano la disposizione planimetrica del piano terra, mentre i volumi cilindrici dei soggiorni ai piani settimo e ottavo complessivamente riducono la percezione dell’insieme. La forma semplice e raccolta degli edifici viene arricchita dalla presenza articolata dei materiali usati nelle varie parti dell’edificio. In particolare il mattone a vista, come materiale prevalente, viene riproposto con una tessitura continua intercalata, solo in alcune parti, da fasce orizzontali di mattoni di tonalità cromatica differente. 

La struttura, gestita da Er.Go – Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori dell’Emilia Romagna, ha richiesto prestazioni di eccellenza sopratutto per quanto riguarda i valori di resistenza meccanica e di isolamento, sia termico che acustico. L’impresa ha scelto le soluzioni leggere e isolanti a base di argilla espansa Leca di Laterlite, che è intervenuta nella realizzazione dei sottofondi coibenti e dei massetti utilizzando Lecacem Mini e Lecamix Forte Professional.

I premiscelati Lecacem sono stati selezionati per la loro capacità di garantire isolamento termico, leggerezza e prestazioni meccaniche adeguate nei più diversi spessori e condizioni di esercizio, aspetti questi ultimi particolarmente rilevanti in un intervento come quello in oggetto. Lecacem Mini, infatti, è un premiscelato leggero e isolante ad elevata resistenza e chiusura superficiale, specificamente indicato per la realizzazione di  strati di isolamento – alleggerimento di sottofondi e pendenze, caratterizzato da una elevata resistenza alla compressione (50 kg/cm2). La sua grana fine crea una superficie chiusa e compatta che lo rende idoneo anche per gli impieghi più gravosi durante le lavorazioni successive (formazione di intonaci, tavolati, ogni altra sollecitazione meccanica); grazie alla particolare consistenza, inoltre, offre una superficie ideale per assicurare una perfetta planarità del sottofondo su cui poi realizzare massetto di finitura e pavimentazione. Lecacem Mini in opera pesa solo circa 600 kg/m3, assicurando quindi carichi permanenti ridotti sulle strutture e massima facilità nella messa in opera con il minimo dispendio di forze; in più, il suo basso coefficiente di conducibilità termica certificato (0,142 W/mK) garantisce apprezzabili proprietà isolanti, consentendo in spessori ridotti il raggiungimento dei parametri di legge in materia.

Lecamix Forte è il premiscelato in sacco a base di argilla espansa Lecapiù, leganti specifici e additivi per la realizzazione di massetti allegeriti e massetti isolanti a ritiro e asciugatura controllati, adatti a ricevere qualsiasi tipologia di pavimentazione. Un volta posto in opera, il prodotto ha una massa volumica di circa 1.050 Kg/m3, oltre il 40% più leggero di un massetto tradizionale; il basso coefficiente di conducibilità termica certificato (λ=0,258 W/mK), circa un quarto del tradizionale sabbia e cemento, contribuisce inoltre positivamente all’isolamento termico dei divisori orizzontali interpiano. Lecamix Forte si caratterizza per una elevata resistenza (Rck 150 Kg/cm2), è un prodotto incombustibile (Euroclasse A1), pompabile con le tradizionali attrezzature di cantiere, ed è certificato da ANAB-ICEA per applicazioni nella bioarchitettura. 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile, Coibentazione termica

Articoli

LATERLITE

Laterlite è la prima azienda produttrice di argilla espansa in Italia. Nasce nel 1964 con lo stabilimento ...

Le ultime notizie sull’argomento