Inverter FIMER per l’impianto fotovoltaico galleggiante di Singapore

FIMER

Gli inverter FIMER sono stati scelti per la realizzazione dell’innovativo impianto fotovoltaico galleggiante di Singapore, inaugurato nelle riserve idriche di Bedok e Seletar.

Inverter FIMER per l'impianto fotovoltaico galleggiante di SingaporeFIMER ha fornito i suoi inverter ad elevata efficienza per la realizzazione di due sistemi fotovoltaici galleggianti da 1,5 MW ciascuno che hanno permesso a Singapore di fare un grande passo avanti in ambito di efficienza e sostenibilità, avvicinandosi sempre più all’ambizioso obiettivo di installare 2 GW di capacità solare nel Paese entro il 2030.

Il progetto dell’impianto fotovoltaico galleggiante

Il parco fotovoltaico galleggiante è composto da 122 mila pannelli fotovoltaici, che occupano un’area di 45 ettari, totalizzando una potenza di picco di 60MW.

L’obiettivo di questa realizzazione è quello di avvicinare Singapore alla meta dei 2 GW di capacità solare installati entro il 2030 e di ridurre in maniera sostanziale le emissioni di anidride carbonica. L’incremento della produzione di energia solare di Singapore avviene senza consumo di suolo. L’impianto sfrutta, infatti, la superficie acquatica della città-isola, alimentando allo stesso tempo le abitazioni circostanti e il sistema idrico del Paese con energia pulita e rinnovabile.

Inverter FIMER: resistenti e adatti a progetti su larga scala

La realizzazione dell’ambizioso progetto ha visto l’impiego di inverter FIMER “Legacy” MS Station da 750kW ciascuno, che hanno permesso di rispondere perfettamente alle necessità dei due impianti di Bedok e Seletar. Questi inverter centralizzati sono costruiti appositamente per applicazioni su larga scala e sono in grado di resistere anche alle condizioni meteorologiche più estreme, inclusa l’esposizione continua all’acqua.

La tecnologia del fotovoltaico galleggiante

Quella degli impianti fotovoltaici galleggianti è una tecnologia via via sempre più diffusa dal momento che porta con sé molteplici vantaggi. Grazie alla vicinanza a superfici acquatiche e alla maggiore luce riflessa queste soluzioni incrementano in maniera considerevole la produzione di energia rispetto ad un impianto analogo installato a terra; inoltre, permettono di preservare enormi superfici di suolo che potranno essere impiegato per usi differenti.

A confermare le performance positive del fotovoltaico galleggiante è il report “Floating Solar Landscape 2021” di Wood Mackenzie, che registra una crescita globale nel 2021 per questa tipologia di impianti del +101% YoY, con una domanda che si prevede in crescita del +32% nel periodo 2020-2026.

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Tema Tecnico



Altri articoli riguardanti l'azienda

I prodotti dell'azienda

Notizie dall'Azienda