Pompa di calore Hoval per il progetto “Casa di Ale”



Hoval tra gli sponsor della “Casa di Ale” con la pompa di calore Hoval Belaria Pro compact

HOVAL

Hoval è tra gli sponsor di un progetto pilota che si pone l’ambizioso obiettivo di raccontare un percorso sociale e mostrare soluzioni e tecnologie che possano diventare un riferimento per tutti. Il progetto è quello della “Casa di Ale” e nasce dal dolore di un padre il cui bimbo, affetto da mielite acuta flaccida, si trova ad essere completamente paralizzato e incapace perfino di respirare autonomamente.

Hoval tra gli sponsor della “Casa di Ale”Attraverso il progetto “Casa di Ale” Marco Meroni, padre del bambino, ha studiato le soluzioni necessarie per poter semplificare il più possibile la vita di suo figlio, dal momento che la sua autonomia è molto limitata. Attraverso l’ausilio delle tecnologie attualmente disponibili si potrebbe ambire a una maggiore libertà, senza doversi necessariamente appoggiare al supporto di qualcun altro.

Dall’annuncio della nascita del progetto numerose aziende hanno messo a disposizione le loro soluzioni, permettendo all’idea di prendere forma. Tra queste anche Hoval ha dato il suo contributo, fornendo la pompa di calore Hoval Belaria® Pro compact, una soluzione innovativa monoblocco dotata di unità esterna e unità interna compatta che coniuga le funzioni di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria, con una temperatura di mandata fino a 70 °C.Hoval Belaria® Pro compactSilenziosa e facile da installare, nella stagione estiva offre anche la funzione di raffrescamento, grazie al sistema integrato CleverCool, garantendo comfort e microclima ottimali all’interno della casa.

“Questo progetto ci ha coinvolto e convinto fin dall’inizio – commenta David Herzog, amministratore delegato Hoval ItaliaSiamo molto contenti di poter fornire anche il nostro contributo perché la Casa di Ale, mattone dopo mattone, prenda forma: mi fa piacere pensare che, oltre ad essere responsabile per l’energia e l’ambiente, Hoval possa in questo modo confermare anche il suo impegno sociale nei confronti dei più fragili”.

“Casa di Ale” sarà destinata a diventare una sorta di concept house da cui trarre ispirazione per altri progetti e sarà possibile visitarla per osservarne da vicino il funzionamento.

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Tema Tecnico



Altri articoli riguardanti l'azienda

I prodotti dell'azienda

Notizie dall'Azienda

Focus prodotti dall'Azienda